Palermo, Zamparini apre l’asta per Pastore

Maurizio Zamparini, patron del Palermo, questa mattina a “La politica nel Pallone” su Radio Rai, ha parlato ancora del futuro del suo gioiellino Javier Pastore.

Dopo l’ottima annata e una buona prestazione nella finale di coppa Italia persa ieri sera a Roma contro l’Inter, la valutazione del fantasista argentino è alta ed il presidente rosanero si è detto costretto a metterlo sul mercato per motivi economici: “Certo non è facile che resti, su di lui ci sono le tre grandi italiane, Milan, Inter e Juve, oltre a quattro o cinque club stranieri. Lo vogliono Barcellona, Chelsea, Manchester City e Real Madrid, anche se penso che quest’ulitma sia la squadra più accreditata. Il Real non è più avanti delle altre nelle trattative, ma è la squadra che ne ha più bisogno, inoltre lui piace molto a Mourinho“.

Non senza rimpianti Zamparini potrebbe lasciar andare il suo pupillo come chiariscono le sue parole: “Mi piacerebbe poterlo tenere ancora un anno, la squadra è quasi fatta, manca qualche tassello, ma se rimanesse lui saremmo pronti a lottare per il quarto posto”.

La corte delle grandi d’Italia e d’Europa è, però, troppo allettante per la squadra siciliana che ha come primo obiettivo rimanere economicamente in attivo. Vendere Pastore vorrebbe probabilmente dire tornare in un verde spumeggiante e permettere, così, all’esplosivo presidente di affrontare la prossima stagione con più calma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *