Inter, Mancini di nuovo in discussione: torna di moda De Boer

manciniINTER, MANCINI – Non c’è pace nel pre campionato dell’Inter: la brutta sconfitta subita contro il Tottenham non è andata giù al gruppo Suning, che ora sembra rimettere in discussione nuovamente la posizione di Roberto Mancini. Nella giornata di ieri era circolata la voce di una proposta di rinnovo, oggi invece le sensazioni sono diverse. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport la squadra sembra non seguire più le direttive del suo allenatore: lo si è intuito nella ripresa, quando Felipe Melo è entrato nella ripresa stendendo subito un suo avversario, mentre il Tottenham si stava praticando consegnando all’Inter.

L’Inter dunque continua ad avere problemi riguardo la guida tecnica: Mancini sta parlando infatti con Suning per quanto riguarda la proposta di rinnovo e sembrano non esserci ostacoli insormontabili. La durata verrebbe prolungata fino al 2019, ma vincolata agli obiettivi da raggiungere. Per quanto riguarda il lato economico non ci dovrebbero essere particolari difficoltà.
Ma qualcosa sembra ancora non andare per il verso giusto: Mancini non ha un buon rapporto con alcuni dei manager nerazzurri, e più volte il tecnico ha manifestato segnali di insofferenza in questo senso.

I dirigenti nerazzurri dunque ripensano a De Boer: pallino di Thohir, questa potrebbe essere l’occasione buona per vederlo sulla panchina nerazzurra. Per altro Mancini soffre la presenza in società di Kia Joorabchian, il procuratore che fa anche da consulente per Suning: ai tempi del City Mancini lo fece allontanare dopo i litigi con Tevez. La situazione continua dunque ad essere delicata e da monitorare.