Torino, Mihajlovic: “Contro il Milan non cerco rivincite. Deluso da Maksimovic”

mihajlovicTORINO, MIHAJLOVIC – Prima giornata di campionato e subito un tuffo nel recente passato per Sinisa Mihajlovic. Il tecnico serbo infatti incontrerà il Milan, squadra che ha allenato fino allo scorso campionato e dal quale fu esonerato a causa dei risultati non soddisfacenti, secondo quello che era il pensiero della società rossonera. L’allenatore ora del Torino, intervenuto in conferenza stampa, non cerca pero’ rivincite: “Mi dispiace non aver terminato la stagione, ma saluterò tutti con grande affetto. Non cerco rivincite su nessuno. Giocare a San Siro contro il Milan è sempre complicato ma noi andremo là per fare la partita. Non possiamo assicurare il risultato, ma garantiamo il massimo impegno”. 

Il mercato potrebbe distrarre il Toro? Mihajlovic non la pensa così: “La squadra sta abbastanza bene. Nell’ultima settimana sono successe alcune cose con arrivi a partenze, ma è normale in questa fase di stagione. Partire bene sarebbe importantissimo per noi”. Poi si sofferma sul caso Maksimovic“Di lui non voglio più parlare. Mi ha deluso come uomo, il suo futuro è nelle mani della Società. Dai miei mi aspetto che seguano i principi morali e di gioco. Dobbiamo essere una squadra che lotta e che gioca sempre per vincere”.

Infine l’allenatore granata parla del suo presidente Urbano Cairo, facendo anche un paragone importante: “Il Presidente assomiglia secondo me al primo Berlusconi, anche a livello imprenditoriale. Abbiamo le stesse vedute, idee chiare, si parla di tutto e condividiamo tutto:. Qui si fa calcio, e per me questo è importante”.