Serie B, cartellino verde sventolato a Cristian Galano del Vicenza. È il primo dalla sua introduzione

SERIE B CARTELLINO VERDESERIE B CARTELLINO VERDE – Già da 10 mesi, nel campionato di Serie B è stato introdotto l’uso del cartellino verde atto a premiare un gesto di fair play eseguito in campo da un giocatore. Nello scorso turno del campionato cadetto è arrivato il primo provvedimento in tale senso: l’arbitro del match tra Virtus Entella e Vicenza ha infatti sventolato il suddetto cartellino all’indirizzo dell’attaccante biancorosso, Cristian Galano. È la prima volta che accade.

Siamo al 53′ della partita giocatasi lo scorso sabato tra la Virtus Entella ed il Vicenza. Viene assegnato un calcio d’angolo in favore della squadra ospite ma l’attaccante biancorosso, Cristian Galano, richiama l’attenzione dell’arbitro e segnala con grande correttezza l’inesattezza della decisione. Il direttore di gara, Marco Mainardi, decide pertanto di mettere mano al proprio taschino ed uscire il cartellino verde all’indirizzo dello stesso giocatore.

Premiato dunque in campo per la prima volta un gesto evidente di fair play. Nonostante il cartellino verde sia stato infatti introdotto nel campionato di Serie B quasi 10 mesi fa, non era infatti mai accaduto che un arbitro lo sventolasse all’indirizzo di un giocatore.

Questo il commento all’accaduto da parte del presidente della Lega Serie B, Andrea Abodi, come riportato dal Comunicato Stampa pubblicato sul sito ufficiale Lega Serie B:

“Questo primo Cartellino Verde assegnato a un nostro calciatore – dichiara Andrea Abodi – rappresenta un momento simbolico di grande valore del Campionato degli Italiani e della vita associativa della Lega B. Il nostro impegno per un calcio vero, pulito, corretto e credibile ha bisogno anche di questi esempi che dimostrano la capacità di coniugare agonismo e rispetto, attraverso la collaborazione con gli arbitri“.