Costa Rica show, pari tra Uruguay e Cile, colpo del Perù sul Messico

A San Salvador de Jujuy scendono in campo le formazioni forse meno quotate dell’intera competizione, ovvero la Bolivia di Gustavo Quinteros e la Costa Rica guidata da Lavolpe. I Ticos svoggiano un gioco inaspettatamente elegante e ben fatto, costringendo all’espulsione due avversari nella ripresa. Dato di importante rilevanza, poiché i costaricani ne approfittano per andare in rete due volte, con Martinez ed il gioiello Joel Campbell (che in patria paragonano a Eto’o). Grande vittoria dei rojos che adesso sognano di giocarsela anche con l’Argentina in crisi.
Per il girone C il match di Mendoza tra Uruguay e Cile, sulla carta probabilmetne l’incontro più avvincente dei gironi. Tante emozioni con Forlàn e Suarez da una parte, Vidal e Isla dall’altra, ma il primo tempo è zero a zero. Nella ripresa esce un claudicante Cavani per far spazio al centrocampista laziale Alvaro El Tata Martinez. Passa poco e un altro Alvaro, Pereira, porta in vantaggio la Celeste: una grande azione uruguagia porta Suarez sul fondo, Ponce raddoppia, lasciando colpevolmente solo il centrocampista del Porto, che segna l’uno a zero. Il Cile però sta bene e ha la forza di reagire, ed il gol del pareggio porta la firma di un “italiano”: El Nino Maravilla, Alexis Sanchez, ben trovato al centro, realizza una grandissima marcatura battendo di punta sul secondo palo l’incolpevole Muslera. Finisce così, uno a uno.
Nell’altra partita del gruppo C il Perù di Vargas affronta il Messico, naturalmente con questi ultimi favoriti. Ad aggiudicarsi la contesa sono però impensabilmente i rojos, grazie al secondo gol nella competizione Paolo Guerrero, che è al momento il capocannoniere della Copa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *