Besiktas-Napoli, Sarri in conferenza stampa: “Più attenti e raccolti domani. Gabbiadini? Rientro importante”

BESIKTAS-NAPOLI SARRIBESIKTAS-NAPOLI SARRI – Archiviata la sconfitta in campionato per 2-1 contro la Juventus, il Napoli è chiamato domani sera ad una prova di forza in Champions League nella sfida sul campo del Besiktas. Proprio la formazione turca si è imposta contro i partenopei per 3-2 nello scorso turno della fase a gironi. Match che diventa dunque di importanza cruciale in ottica qualificazione. Lo sa bene il tecnico degli azzurri, Maurizio Sarri, impegnato a descrivere le sensazioni della vigilia e le difficoltà della partita nella consueta conferenza stampa pre-gara. Qui di seguito, vi riportiamo una sintesi delle sue dichiarazioni.

Su Gabbiadini: “Domani Gabbiadini torna a disposizione quindi possiamo utilizzare anche soluzioni diverse. La  settimana scorsa la sua assenza ci ha costretto a far spendere molto a qualche altro giocatore, è sicuramente un rientro importante“.

Sono contento di poter giocare in un ambiente bello caldo. Credo che questo tipo di ambiente faccia piacere a tutti e la nostra squadra ha la personalità per reggere questo impatto come ha dimostrato sabato contro la Juventus. Rispetto al match coi bianconeri però, dobbiamo migliorare in concretezza. Noi domani dobbiamo cercare di imporre la nostra personalità e di fare la partita“.

In un girone così equilibrato tutte le partite sono determinanti, quella di domani è un bel mattone sulla qualificazione. All’andata abbiamo commesso errori importanti pur creando tantissimo, dobbiamo cercare di essere più raccolti ed attenti domani perché sul piano del palleggio il Besiktas è forte“.

Su Insigne: “Non farò assolutamente vendette personali. La scelta se schierarlo o no la farò in funzione della squadra“.

Sulla possibilità del turnover: “Onestamente non ricordo la formazione della partita d’andata. Ultimamente sto cambiando formazione continuamente quindi è difficile indicare una formazione di titolarissimi“.

Sui nuovi arrivati: “I ragazzi stanno crescendo ed è indispensabile che lo facciano perché con il calendario attuale è chiaro che le rotazioni bisogna farle. In questa stagione stiamo ruotando di più rispetto alla passata stagione dove ruotavamo principalmente nelle partite di Europa League“.

Su Mertens: “Sta bene anche se è uno dei giocatori che ha giocato di più. La sensazione è che abbia recuperato ma la valutazione decisiva sarà quella di domani mattina dopo l’allenamento“.