Evander Sno non giocherà in Italia: le visite mediche gli negano questa possibilità.

di Franco Avanzini

Il cuore ha detto no. Evander Sno non verrà tesserato dal Genoa a causa dei suoi problemi cardiaci. Lo scorso anno, durante Ajax-Vitesse, del campionato riserve, il giocatore si accasciò a terra ed il cuore smise di battere per alcuni minuti. Fu salvato dal pronto intervento dei medici che riuscirono a riportarlo alla vita.

Trasportato all’ospedale gli fu inserito sotto pelle uno stimolatore cardiaco che, per la federazione Olandese, è comunque uno strumento valido per poter partecipare alle competizioni sportive di quel paese. In Italia però ciò non è possibile. Le visite fatte presso il centro specialistico di Pavia hanno evidenziato una serie di problemi che non permettono al Genoa di tesserare il ragazzo.

Vicende analoghe sono accadute anche in Spagna nel 2007 quando fu stroncato sul terreno di gara il giovane Antonio Puerta. Da quel momento sono entrate in vigore norme ancora più restrittive per quanto riguarda la salute dei giocatori. In Italia in particolare la Federazione aveva chiesto massima attenzione alle società calcistiche.

Così Evander Sno deve dire addio al suo sogno di giocare nella serie A italiana. A questo punto non gli resta che rientare in Olanda dove potrebbe avere ancora qualche possibilità per scendere in campo.