Roma, Dzeko: “Ho pensato di andar via, ma sono rimasto per vincere. Le parole di Spalletti sono uno stimolo”

ROMA DZEKOROMA DZEKO – Protagonista fin qui di un’ottima stagione arricchita dalle 14 reti già messe a segno in queste prime 21 giornata di campionato, l’attaccante Edin Dzeko parla in un’intervista concessa ai microfoni de “Il Messaggero” del suo periodo alla Roma, del suo rapporto con il tecnico Luciano Spalletti e di alcuni retroscena di mercato sul proprio conto, ma non solo. Qui di seguito, vi proponiamo una sintesi delle sue dichiarazioni.

Sull’ambiente giallorosso: “In Inghilterra c’è meno pressione, in Italia l’ambiente è più complicato e ci sono più critiche se non giochi bene; critiche che fanno comunque parte del gioco“.

Sulla scelta di proseguire la propria carriera con la maglia della Roma: “Quando non giocavo ho pensato di andar via ma ho deciso di restare e sono sempre più convinto di questa scelta. Qui sono felice e se ho scelto di rimanere alla Roma è anche per vincere“.

Sull’ipotesi Cina: “Voglio giocare ancora per altri livelli, si ha una sola carriera nella vita e ho già guadagnato bene“.

Sul suo ruolo in campo: “Non sono il classico attaccante d’area di rigore perché mi piace partire da dietro e fare assist. Da piccolo il mio idolo era Shevchenko“.

Infine, un pensiero sul suo rapporto con Spalletti: “È un tecnico che pretende sempre di più sia da me che dalla squadra, ogni tanto però mi farebbe piacere qualche complimento in più. Le sue parole rappresentano comunque uno stimolo per me e forse è uno dei migliori allenatori che ho mai avuto“.