Palermo-Sampdoria, la conferenza di Diego Lopez: “Possiamo ancora dire la nostra”

Fonte immagine: Francesco Agliata

PALERMO-SAMPDORIA, LA CONFERENZA DI LOPEZ – Il Palermo di Diego Lopez ha una carta importante da giocarsi domani in ottica salvezza, contro la Sampdoria di Marco Giampaolo. I rosanero devono assolutamente vincere se vogliono sperare di restare in Serie A, visti i concomitanti impegni di Empoli, Crotone e Pescara, che sulla carta appaiono proibitivi.

Ha parlato quest’oggi in conferenza stampa il tecnico del Palermo, Diego Lopez, andando a ripercorre gli errori commessi nelle precedenti partite: “Abbiamo fatto troppi regali alle squadre avversarie. Dobbiamo cercare di eliminare gli errori individuali. Possiamo ancora dire la nostra, mancano 13 partite, davanti a noi l’Empoli non si è mosso. Abbiamo una sfida importante contro la Samp e dobbiamo dare un segnale forte”Il tecnico parla poi delle proprie scelte: “Bisogna essere tranquilli nel prendere le decisioni e fare delle scelte. A Bologna si diceva che io non volevo giocatori di Corvino, quando non era vero. Io faccio le mie scelte, vedo il campo, che è sempre quello che parla. Vedo gli allenamenti, gli errori si pagano, e sono quelli che ci stanno danneggiando. Dobbiamo essere bravi ad eliminarli. Inutile parlare di salvezza quando continui a fare questi errori”. 

Lopez si sofferma poi sui singoli: Balogh le volte che è entrato ha fatto bene, soprattutto contro l’Atalanta. Poi è chiaro che tutti commettono errori. Bisogna far sì che le critiche ci facciano crescere. DiamantiHa giocato quasi tutto il girone d’andata, però la squadra ha fatto solo 10 punti. Non bisogna metterlo nel ruolo sbagliato, io lo vedo molto meglio quando entra. Soprattutto per un fatto tattico, questo non vuol dire che domani non giocherà”. 

L’allenatore del Palermo parla infine dell’avversario di domani: “La Sampdoria è una squadra molto organizzata, anche se in trasferta ha dei problemi. Hanno giocatori di grande qualità e gamba, bisogna stare attenti, perché con gli inserimenti dei trequartisti possono fare male. Non è una squadra da affrontare alla leggera, dobbiamo uscire sempre in campo determinati. A centrocampo e in attacco hanno molta qualità, Muriel sullo spazio e palla al piede è pericoloso. Domani dobbiamo lottare su ogni pallone, senza lasciare nulla al caso. Dobbiamo sempre essere organizzati”.