Southampton, Gabbiadini segna e critica Sarri: “Non parla in faccia”

SOUTHAMPTON, GABBIADINI SEGNA E CRITICA SARRI – Manolo Gabbiadini si sta rendendo artefice di una vera e propria rinascita in Premier League. Il centravanti che a Napoli veniva scartato da Sarri, si sta prendendo una bella rivincita nei confronti soprattutto del suo ex allenatore.

L’ex attaccante dell’Atalanta, tramite le colonne de La Gazzetta dello Sport, non manca di lanciare frecciate nei confronti di Sarri“Lui punta sempre sugli stessi. Gli altri devono fare anticamera. C’è una linea ben marcata tra titolari e riserve. E’ una politica anche questa, ma è chiaro che chi resta fuori alla lunga non può essere contento. Considero Sarri uno dei migliori allenatori in assoluto con i quali ho lavorato, ma con lui non è mai scoccata la scintilla. Per me la sincerità e i rapporti umani vengono prima di qualsiasi altra cosa. Mi piacciono le persone che ti dicono le cose in faccia. Per me è una regola di vita fondamentale: vale non solo nel calcio, ma anche nella sfera privata”.

Gabbiadini adesso si gode la sua avventura in Premier“Tutto bello, tutto fantastico, ma sono il primo a tenere i piedi a terra. Il calcio è strano: all’improvviso voli verso il cielo e altrettanto rapidamente vai giù in picchiata. Però sarei bugiardo se dicessi che mi aspettavo un inizio come questo”. Al termine della finale di Carling Cup persa con il Manchester United e in cui Gabbiadini ha siglato una doppietta, sono arrivati anche i complimenti di José Mourinho“Quando un personaggio come lui ti viene incontro, ti stringe la mano e ti dice “Sei stato bravissimo, hai segnato due gol da fenomeno», senti qualcosa di particolare dentro di te – ha ammesso Gabbiadini – Mourinho è una persona speciale, e non solo per i successi ottenuti da allenatore. E’ carismatico”.