Palermo, i dubbi di Zamparini: “Baccaglini? Spero sia tutto vero”

PALERMO, I DUBBI DI ZAMPARINI – E’ passata solo una settimana da quando Paul Baccaglini, ex inviato de Le Iene e speaker radiofonico, ha preso in mano il Palermo, dopo le dimissioni di Maurizio Zamparini. Eppure, i dubbi sul conto di questo giovane rampante non si sono ancora dissipati: non si conosce infatti ancora il nome delle società che rileveranno tutte le quote del gruppo Zamparini e conseguentemente del club rosanero.

Il diretto interessato ha ‘dribblato’ le domande relative a questo punto centrale: è pur vero che Baccaglini non è tenuto a dare alcuna informazione almeno fino al 19 aprile prossimo, data in cui verrà svelata definitivamente l’identità della società che rappresenta. Maurizio Zamparini, durante la presentazione del nuovo presidente, ha dimostrato di avere grande fiducia in lui eppure anche lui non sembra essere del tutto sicuro sulla riuscita dell’operazione. Intervistato da Il Corriere dello Sport, l’ormai ex presidente rosanero ha così commentato: “Baccaglini lo sento ogni giorno, è un ragazzo fantastico, prego perché tutto sia veroQuello che mi ha dato più fastidio è la protezione appena messo piede a Palermo. Non serviva”.

Zamparini allude al fatto che Baccaglini abbia fatto disporre un imponente servizio di sicurezza al suo arrivo a Palermo: “La Palermo vera mi accoglierà sempre con affetto, sentimento che ricambio, e non è quella dei social o dei blog”, ha poi aggiunto Zamparini. Infine, qualche parola anche sulla partita Palermo-Roma, che i rosanero hanno perso per 0-3: “Non l’ho vista in diretta, perché pochi minuti prima dell’inizio, ho passeggiato nella mia campagna. Peccato per il risultato. Ho rivisto la registrazione del match in seconda serata e mandato la mia disamina all’allenatore. Faccio sempre così”.