Palermo, Baccaglini blinda Nestorovski: “Rifiutati 20 milioni dalla Cina”

palermo-roma, baccaglini
Fonte immagine: Francesco Agliata

PALERMO, BACCAGLINI BLINDA NESTOROVSKI – Paul Baccaglini, da poco nuovo presidente del Palermo, è tornato in questi giorni nel capoluogo siciliano, dove questa sera assisterà anche al match della Nazionale italiana contro l’Albania, valido per le qualificazioni al Mondiale di Russia 2018. Il neo-presidente rosanero è stato accolto da un nuovo bagno di folla in terra siciliana ed è tornato a parlare di quelli che sono i nuovi progetti del Palermo, nonostante la posizione in classifica sia davvero difficile da sistemare.

Intanto Baccaglini, intervistato da SkySport, ha parlato di Nestorovski, considerandolo incedibile: “E’ un bravissimo ragazzo, solare e positivo. Abbiamo avuto la possibilità di parlargli di questo progetto e spiegargli quello che sarà il Palermo sia nel piano A che nel piano B e lui crede molto alla salvezza e a questo progetto, ci ha dato belle conferme. Credo possa essere una parte integrante del nostro futuro”. Baccaglini ha rivelato di aver rifiutato una grossa proposta dalla Cina per l’attaccante macedone: “Volevamo tenere unito e compatto il gruppo per arrivare più forti che mai alla salvezza, quindi privarci di uno come lui sarebbe stato penalizzante. Abbiamo voluto continuare a credere in questa direzione”.

Non solo la prima squadra, il presidente del Palermo pensa anche al settore giovanile: “Noi vogliamo investirvi e ho individuato alcuni giocatori che in futuro faranno parte della nazionale. Lo Faso, Pezzella sono due elementi importanti, poi ho avuto possibilità di chiacchierare coi dirigenti del settore giovanile e c’è un movimento molto interessante che sarà alla base del Palermo dei prossimi anni”.