Lotta salvezza, le ultime 3 peggiori di sempre: la lenta agonia di Pescara, Crotone e Palermo

highlights palermo-sampdoria 1-1LA LOTTA SALVEZZA CHE NON ESISTE: LE ULTIME 3 DEL CAMPIONATO MAI COSI’ MALE IN SERIE A Pescara 12, Crotone 14 e Palermo 15. Mai in Serie A si erano viste le ultime tre squadre della classifica così in crisi di punti e di risultati. A maggior ragione mai come quest’anno la lotta per la salvezza sembra ormai scontata (e già da qualche mese), con un Empoli che nonostante la miseria di 22 punti raccolti sembra ampiamente tranquillo per quanto riguarda la permanenza in Serie A.

Così come lo scorso anno (e come molti degli ultimi campionati) le squadre che dalla B riescono a salire in A non si dimostrano in grado di meritarsi la massima serie. Nella passata stagione fu il turno di Carpi e Frosinone che, assieme ad un negativamente sorprendente Verona, videro il sogno della Serie A svanire in appena un campionato. Quest’anno la storia si ripete: Pescara e Crotone sono da tempo spacciate e le loro performance, assieme a quelle di un indescrivibile Palermo, hanno fatto tornare in auge le discussioni su una Serie A che dovrebbe tornare a 18 squadre.

Difficile in effetti dare torto a chi vuole una riduzione di club, la competitività del nostro campionato si è abbassata notevolmente e se le prime della classe corrono come non mai parte dei motivi sono da ricondurre ad almeno 4/5 squadre che in Serie A non meriterebbero di stare.

E’ già capitato negli anni passati che l’ultima in classifica facesse un magro bottino di punti a fine campionato: il Como nel 2003 ne fece 24, il Treviso 10 anni fa appena 21 (e l’Ascoli penultimo appena 6 in più), il Pescara 4 stagioni fa ne raccolse 22. Mai però nella storia del nostro campionato la lotta salvezza, a questo punto della stagione, sembra più una rassegnazione alla retrocessione.

Con le prime in classifica che da ormai da anni si spartiscono le posizioni di punta (con la Juventus automaticamente in testa, Napoli e Roma a giocarsi secondo e terzo posto), il nostro campionato non risulta essere più competitivo nemmeno in coda. Dando uno sguardo alla classifica della Serie B solo in Verona tra le prime, più per la sua storia che per altro, sembra in grado di poter sostenere un campionato di A decente. Il Frosinone e la Spal sono in testa, ma entrambe in caso di qualificazione (a meno di un’importante campagna di rafforzamento) non danno particolari motivi di poter affrontare in maniera  competitiva la massima Serie.

E forse anche nel prossimo campionato ci saranno ampie discussioni su una riduzione delle squadre in Serie A.

Creta Alessandro