Inter, Vieri: “Ho perdonato Moratti, con Ronaldo coppia straordinaria”

 

inter, vieriINTER, VIERI SI CONFESSA E PARLA DEI SUOI ANNI IN NERAZZURRO- Lontano dai campi da gioco ormai da anni è tornato a parlare Christian Vieri. L’ex bomber della Nazionale e di molte squadre di club, italiane e non, si è confessato a SkySport, parlando soprattutto della sua esperienza più importante e duratura: quella all’Inter.

In quegli anni eravamo obbligati a vincere, ma forse non eravamo all’altezza di Milan e Juventus – afferma ‘Bobo’ nell’intervista al programma Sky ‘I Signori del Calcio’- Abbiamo buttavo via da soli uno scudetto, quello del 5 maggio 2002, se lo avessimo vinto probabilmente si sarebbe aperto un ciclo. Da li in poi è andato via Ronaldo e dopo appena 4 mesi anche Cuper“. Proprio sul ‘Fenomeno’ brasiliano, Vieri afferma: “Eravamo la coppia dei sogni, probabilmente la più forte che l’Inter abbia mai avuto. Sfortunatamente non siamo riusciti a giocare molto insieme a causa dei rispettivi infortuni. Quando Ronaldo fu ceduto ci rimasi molto male“.

Infine Bobo riesce anche a perdonare il suo ex presidente nerazzurro, Massimo Moratti: “Non c’era nessun motivo di pedinarmi, uscivo solamente la domenica dopo la partita. Ormai non ci penso più, è una storia passata. Ricordo il presidente Moratti comunque con affetto