Pescara-Roma, Spalletti: “Dzeko? Non mi sono accorto di nulla”. Zeman: “Stagione compromessa”

 

pescara-roma, spallettiPESCARA-ROMA, LE PAROLE DEI DUE TECNICI A FINE PARTITA- La Roma domina a Pescara e vince per 4-1 contro l’ex tecnico giallorosso Zeman, condannando gli abruzzesi alla Serie B. La partita non è stata mai in discussione, ma a far notizia al termine dei 90 minuti è soprattutto il caso Dzeko, uscito dal campo estremamente furioso al momento della sostituzione.

La reazione di Edin? Non me ne ero neanche accorto – afferma Luciano Spalletti a fine partita ai microfoni di Premium SportNello spogliatoio ci siamo anche salitati e abbracciati, Rivedendo le immagini si percepisce che sia un po’ arrabbiato, meno male allora che non si sia seduto in panchina vicino a me”. Il tecnico giallorosso ironizza sull’accaduto e spiega la sostituzione dell’ariete bosniaco: “L’ho sostituito perchè è l’unico vero attaccante che abbiamo e non volevo rischiare di non averlo nelle prossime partite, è importante gestire le energie a fine campionato. Arrivare secondi sarebbe un grandissimo risultato, già vincere oggi è stato fondamentale“.

Il mister biancoazzurro Zeman fa un’analisi della partite e della stagione: “La situazione era compromessa al mio arrivo, ma abbiamo comunque sbagliato partite fondamentali che potevano risollevarci. Lavoreremo per fare una grande squadra l’anno prossimo in Serie B, non è possibile prendere due gol in due minuti prima dell’intervallo. Dzeko? Vuole vincere la classifica marcatori, normale che si arrabbi“.