Inter-Napoli, Pioli: “Ultime partite non all’altezza”. Sarri: “Peccato non averla chiusa prima”

INTER-NAPOLI, PIOLIINTER-NAPOLI, PIOLI E SARRI NEL DOPO GARA – Il Napoli torna prepotentemente in corsa per il secondo posto grazie al successo esterno per 1-0 contro l’Inter griffato Callejon. Solo 1 punto dunque conquistato dai nerazzurri nelle ultime 5 gare ed Europa League diretta sempre più lontana mentre il sesto posto del Milan dista ora 3 punti.

Queste le dichiarazioni a caldo rilasciate dal tecnico dell’Inter, Stefano Pioli, ai microfoni di Premium Sport:

Il Napoli è una squadra molto forte e lo ha dimostrato anche stasera. Ci voleva più precisione oltre a non commettere quell’errore grave. Lo spirito è stato quello giusto ma in questo momento siamo meno precisi e meno dinamici. La fiducia della società l’ho sempre avuta, noi abbiamo fatto un percorso molto positivo in precedenza ma è vero che nelle ultime partite non siamo stati all’altezza. Cambiare tutto l’anno prossimo? Assolutamente no anche se siamo all’inizio di un nuovo percorso vista la nuova società. Credo comunque che ci sia una buona base sulla quale costruire qualcosa di importante. La prestazione di stasera è stata comunque migliore rispetto alle ultime partite, lavoreremo per cercare di tornare ai nostri livelli“. 

Ed ecco invece quanto affermato nel dopo partita, ai microfoni di Premium Sport,  dall’allenatore del Napoli, Maurizio Sarri:

Uno dei pochi aspetti non positivi di stasera è l’aver vinto la gara con un solo goal di scarto e dunque senza averla chiusa prima. La prova difensiva della squadra comunque mi sembra che sia stata di buon livello. Mai fatto tabelle in vita mia e non incomincerò ora per la lotta al secondo posto anche perché se loro le vinceranno tutte noi non potremo recuperarli. Nel girone di ritorno siamo in testa alla classifica insieme alla Juventus, per essere un’incompiuta non siamo affatto male. 10 punti tra Juve e Napoli? Se la classifica dice questo molto probabilmente è così anche se abbiamo la sensazione di aver buttato al vento qualche punto. Per migliorare si potrebbe andare a Lourdes (sorride n.d.r.); è una domanda che andrebbe posta a molte altre società prima che alla nostra. Il nostro monte stipendi non è neanche la metà rispetto ad altre squadre, lo Scudetto per noi non è programmabile ma sognabile“.