Monaco-Juventus, Buffon un marziano che vola: un tuffo lungo 11 anni

monaco-juventus, buffonMONACO-JUVENTUS, BUFFON- E’ stato il protagonista assoluto della serata insieme a Gonzalo Higuain. Gigi Buffon continua a stupire con la stessa spensieratezza e intraprendenza di un ragazzino di 20 anni. 10 Partita in Champion League, due soli gol subiti, 8 gare da imbattuto. Numeri da autentico fuoriclasse, e numeri che, Cristiano Ronaldo concedendo, potrebbero valergli la conquista del Pallone d’Oro. Quel Pallone d’oro accarezzato nel 2006, poi vinto dal suo compagno di avventura, Fabio Cannavaro.

In fondo è vero. A Gigi Buffon non serve il Pallone d’Oro per dimostrare di essere il portiere più forte della storia del calcio, ma questa stagione potrebbe incoronarlo definitivamente. Tutto dipenderà dal finale di stagione. Match contro Monaco e ipotetica finale contro il Real Madrid reciteranno un ruolo decisivo.

Detto questo soffermiamoci sul match di ieri sera. Buffon si è rivelato ancora una volta decisivo. Un marziano che vola. Un uomo capace di volare senza avere le ali. L’ultima parata su colpo di testa ravvicinato ci ha riportato indietro di 11 anni, quando il numero uno bianconero negò la gioia del gol a Zinedine Zidane, su colpo di testa nella finale Mondiale. Un tuffo all’indietro, un tuffo nel passato che potrebbe riportare Buffon e Zidane a sfidarsi nuovamente nell’ipotetica finale di Cardiff.