Genoa-Inter, Pioli: “Abbiamo bisogno di una vittoria. Gabigol? Con me è cresciuto”

inter-sampdoriaGENOA-INTER, PIOLI – Ultime quattro giornate per l’Inter per sperare in una qualificazione in Europa: i nerazzurri non vincono da sei giornate in cui hanno racimolato ben 4 sconfitte e due soli pareggi.

La sfida con il Genoa in programma domani è diventata dunque fondamentale per non vivere un’altra stagione senza Europa. In conferenza stampa il tecnico Stefano Pioli è partito proprio da questo obiettivo, la vittoria:

“Non credo ci sia bisogno di toccare altre corde con i giocatori. Abbiamo il dovere di far vedere ai nostri tifosi la migliore partita possibile. Le motivazioni ci sono proprio perché la vittoria manca da tanto. Ai giocatori ho detto questo, che l’Inter deve tornare a vincere. Abbiamo avuto un calo che sicuramente non è stato fisico, visto che parlano i dati. Nelle ultime quattro giornate di campionato siamo calati ma non è il momento di guardare indietro, già abbiamo perso troppo tempo”.

Nessuna anticipazione di formazione e dunque nessuna conferma sul possibile utilizzo dal primo minuto del tanto discusso, Gabigol:

“Gabigol titolare in questo finale di campionato? Io sto pensando solo a domani e non al finale di campionato: il brasiliano sono convinto che sia cresciuto molto sotto la mia gestione e si giocherà il posto con gli altri”.

Il futuro di Pioli è sempre un punto interrogativo in casa Inter, e il tecnico emiliano però non si sbilancia:

“A me la società ha sempre dato sostegno e fiducia, non posso parlare dopo aver sentito le voci sui giornali, che scrivete voi. Se la società mi manifesta fiducia, io non ho bisogno di nient’altro. Naturalmente a fine stagione ci vedremo e loro mi diranno se sono contenti del mio lavoro, come io manifesterò i miei sentimenti”.

L’ex-tecnico della Lazio non vuole proprio svelare le sue carte per la formazione di domani:

“Abbiamo qualche problema in difesa ma ci sono pronti dei giocatori che si sono allenati sempre bene. Andreolli mi è piaciuto com’è entrato nella scorsa partita e adesso è arrivato il suo momento. Ho detto qualcosa a Nagatomo dopo l’errore? Io parlo con tutti e guardo l’aspetto mentale, lui ha lavorato meglio questa settimana ed è come sempre molto motivato e determinato”.

Anche per il Genoa non è un momento facile, con i rossoblu che nelle ultime 18 giornate hanno vinto appena una partita:

“Il Genoa non ha passato un buon periodo ma saranno arrabbiati. Loro faranno la loro partita, aggressiva, come spesso fanno davanti ai propri tifosi. Ma noi dobbiamo pensare a noi stessi, abbiamo le capacità per fare bene.