Roma, per il dopo Spalletti assalto ad Emery. Alternative Di Francesco e Sousa

ROMA, PER IL DOPO SPALLETTI ASSALTO AD EMERY – Ancora tre partite per la Roma per conquistare il secondo posto in classifica che significherebbe qualificazione diretta in Champions League senza passare da quei preliminari che, sopratutto negli ultimi anni, sono stati fatali per le squadre italiane.

Altre tre giornate dunque con un’unica sola certezza: per Luciano Spalletti saranno le ultime da tecnico dei giallorossi. Con il rapporto tra allenatore e ambiente peggiorato costantemente negli ultimi mesi, le parole di Spalletti nell’immediato post partita contro il Milan, “tornassi indietro non allenerei la Roma”, sono l’emblema di un divorzio ormai scontato.

Ecco dunque che il nuovo direttore dell’area tecnica romanista, Monchi, sarebbe già al lavoro per trovare il sostituto ideale per la panchina e il primo nome è quello di una vecchia conoscenza del ds giallorosso: piace, e tanto, Unai Emery, oggi al Paris Saint-Germain, che non ha mai veramente convinto l’ambiente francese, sopratutto per via della cocente eliminazione in Champions League per mano del Barcellona. Monchi giocherebbe un ruolo fondamentale visti i trascorsi con il tecnico spagnolo ai tempi del Siviglia: trascorsi vincenti con gli andalusi vincitori di tre Europa League consecutive.

Le alternative portano il nome di Eusebio Di Francesco e Vincenzo Montella: per entrambi pesa però il passato giallorosso. Situazione che in casa Roma vorrebbero evitare.

Prende più quota il nome di Paulo Sousa, ormai sicuro di lasciare la Fiorentina al termine della stagione.