Torino-Napoli, Sarri: “Non ho mai chiesto top-player. C’è ancora un gap da colmare con la Juve”

TORINO-NAPOLI, SARRI – Con la goleada rifilata al Torino, il Napoli ha riconquistato il secondo posto in classifica in attesa del match di questa sera tra Roma e Juventus. Con i 5 gol segnati oggi il Napoli ha sfondato il muro dei 107 gol stagionali, e il tecnico Maurizio Sarri ha espresso la sua soddisfazione nel post-gara:

“I 107 goal di quest’anno valgono di più rispetto alle 106 dell’anno scorso perché abbiamo giocato otto partite di Champions ed il livello si è alzato. Detto ciò sono soddisfatto dei miei ragazzi, abbiamo offerto un’altra ottima prestazione nonostante il caldo, non era facile”.

Il gap con la Juventus però è ancora ampio:

“C’è ancora un gap tecnico da colmare visto che ogni campionato la Juventus sfiora i 100 punti. Abbiamo perso alcuni punti inaspettatamente? Questo è un discorso che vale per tutte le squadre, non solo per noi”.

Hanno fatto discutere le parole in conferenza del tecnico napoletano che si auspicava di ‘arricchirsi’ con un eventuale nuovo contratto, ma Sarri ha voluto precisare:

“Sarò sempre grato al presidente, la mia gratitudine nei suoi confronti è massima. Ho espresso un obiettivo individuale personale per il mio futuro ma non so cosa possa c’entrare Aurelio. Il contratto scadrà nel 2020, c’è ancora molto tempo a meno che non ci sia un’interruzione del rapporto nel 2018 come da possibilità. Il calcio non mi ha mai arricchito, magari potrà farlo col prossimo accordo ma questo non conta molto. Al presidente probabilmente sono state riferite cose non vere, non mi riferivo al contratto e nemmeno alle scelte di mercato. Per migliorare il Napoli servono soltanto giocatori che si possono prendere con cifre mostruose, non ho mai chiesto top player alla società e tutte queste non sono altro che illazioni”.