Milan-Donnarumma, interviene Raiola: “Vogliono farci fare la guerra. Non partirà a zero”

MILAN-DONNARUMMA, INTERVIENE RAIOLA – Dal momento della sua ‘esplosione’, il futuro di Gianluigi Donnarumma è sempre stato oggetto di rumors e argomento di discussione delle varie trattative di mercato, tanto da costringere i dirigenti del Milan a dover intervenire in più occasioni per mettere a tacere qualsiasi indiscrezione di cessione.

Nelle ultime settimane, però, le voci di un possibile addio del giovanissimo portiere rossonero sono sempre più insistenti, con le voci di un possibile addio a parametro zero di Donnarumma alla naturale scadenza del contratto, prevista per giugno del 2018, con i vari tentativi di rinnovo proposti dalla società rossonera sempre respinti dall’agente del portiere, Mino Raiola.

Rifiuti che, secondo alcuni rumors, avrebbe portato la dirigenza del Milan a pensare di escludere Donnarumma dalla rosa rossonera e ‘costringerlo’ a un anno di tribune. Ipotesi ovviamente smentita prontamente dall’agente:

“Nessuno ha mai detto che Gigio non vuole rinnovare con il Milan. Lui un anno in tribuna? Non credo che i dirigenti del Milan abbiano detto una cosa del genere. Io penso che vogliano solo far fare la guerra tra me e il Milan”.

Futuro del vice-Buffon in Nazionale che è comunque ancora tutto da decidere, con Raiola che rimanda qualsiasi decisione a dopo le vacanze:

“Dopo la nazionale Gigio andrà in vacanza, poi vediamo cosa succede. Stiamo parlando con il Milan, vediamo: valutiamo delle cose e ci sarà da valutarne altre. A parametro zero non porto via nessuno”.

Dunque per Raiola non c’è nessuna fretta:

“Credo sia presto per decidere il futuro di Donnarumma: non capisco perché debba decidere un anno e mezzo prima della scadenza del contratto. Io devo curare i suoi interessi senza farmi influenzare da pubblico e giornalisti”.