Juventus-Real Madrid, Zidane: “Non ci sono favoriti. Chi gioca tra Isco o Bale? Non ve lo dico”

JUVENTUS-REAL MADRID, ZIDANE – L’attesa per la finale di Champions League cresce sempre di più e tifosi di Juventus e Real Madrid seguono con attenzione tutte le notizie provenienti dai quartier generali della propria squadra.

Dopo il Media Day della Juventus è toccato agli spagnoli, e in particolare al tecnico, Zinedine Zidane, dover intervenire in conferenza stampa in vista della partita di sabato. Parole di rito per il francese che per la sfida di Cardiff non vede favoriti:

“E’ una finale, faremo il possibile per cercare di vincerla. Abbiamo meritato di esserci. Noi abbiamo vinto la Liga, la Juve il campionato. Sarà una partita interessante e bella tra le due squadre migliori. Non ci sono favorite, sarà un cinquanta e cinquanta”.

Se in casa Juventus non dovrebbero essere grandi problemi di formazione, in casa Real tiene banco ancora il famoso caso ‘Bale’. Il gallese, che ha recuperato da un infortunio, vuole assolutamente essere in campo nella ‘sua’ Cardiff, ma da Madrid sembra che il favorito sia Isco. Zidane non svela le carte:

“Bale sta bene, è a disposizione. Ma tra lui e Isco non posso dirvi chi giocherà perchè mancano ancora quattro giorni. Ovvio che sia motivato perchè si giocherà in Galles, ma lo siamo tutti. Ronaldo e il caso fisco? Cristiano è molto concentrato sulla finale, sa cosa deve fare e non importa cosa dicono i media”.

Nelle ultime settimane si è tornato a parlare anche del futuro di Zidane, che non dovrebbe lasciare la panchina anche in caso di sconfitta:

“Il mio contratto dura ancora n anno, io voglio stare ancora qui, sono contento, la società è contenta e va bene così. Il futuro è la gara di sabato. Questo club è la mia famiglia, sarò sempre tifoso del Real Madrid”.

Parole dolci anche per la Juventus, con la quale Zidane ha giocato per diversi anni prima di arrivare al Real:

“Tanti sono bravi nella Juve, alcuni sono fortissimi come Dybala e Dani Alves ma il livello è molto alto. Ho trascorso cinque anni alla Juve e sono stati bellissimi ricordi”.