Milan, Donnarumma difeso dal fratello: “E’ un tifoso rossonero, critiche ingiuste”

pescara-milan 1-1MILAN, DONNARUMMA DIFESO DAL FRATELLO – La vicenda Donnarumma sta tenendo banco in queste ore e il mondo dei social si sta scatenando. In molti hanno criticato duramente la scelta del giovanissimo portiere di dire no ad un contratto da 4 milioni di euro all’anno proposto dal Milan. Donnarumma ha il contratto in scadenza nel giugno 2018 e rischia dunque di guardare dalla panchina o dalla tribuna i suopi compagni per tutta la stagione. Il suo agente Mino Raiola spinge invece per la cessione immediata, che farebbe fruttare parecchi soldi al club rossonero.

Intanto esce allo scoperto anche la famiglia di Donnarumma. A prendere le difese di Gigio, ci ha pensato sul suo profilo Instagram il fratello Antonio, portiere classe 1990 dell’Asteras Tripolis. Il suo sfogo è rivolto a tutti coloro stanno criticando la scelta del fratello: “Mi rivolgo a tutte le persone che non stanno facendo altro che insultare Gigio e tutta la nostra famiglia… Gigio sin da piccolo è tifoso del Milan, per lui giocare con la maglia del Milan è un sogno e ha sempre onorato e dato l’anima per questi colori. Ha pianto per ogni sconfitta, fino a ieri eravate tutti con lui. Ora senza sapere nulla state insultando tutta la famiglia, scrivendo frasi che la nostra famiglia non augura nemmeno al peggior nemico. Abbiamo gioito e pianto con tutti voi tifosi”.

Un pensiero viene naturalmente rivolto a chi ha preso le difese del portiere rossonero: “Il Milan ha una storia incredibile e nessuno può metterlo in dubbio. Per le persone che hanno scritto messaggi a favore di Gigio ci tengo a dire che voi avete capito davvero che persona è. Qualunque gesto che ha fatto e qualunque frase ha detto o scritto l’ha fatto davvero per amore del Milan. Gigio è soprattutto un tifoso del Milan come voi e chi lo insulta non è tale”.

Chiusura invece dedicata alla famiglia: “La famiglia lasciatela stare, loro ci hanno sempre insegnato i veri valori della vita. Per quelli che invece continuano a dire che io devo ringraziare Gigio perché mi dà i soldi, vi dico che a me mai nessuno ha regalato qualcosa, ogni anno lotto per guadagnare quello che mi merito. Grazie”.