Palermo, è il caos! Guardia di Finanza in sede e a casa Zamparini

PALERMO, E’ IL CAOS – Non è un momento facile per il Palermo e per i propri tifosi. Si è passati infatti dalla grande euforia per un closing che sembrava fatto alle ultime notizie, con la Guardia di Finanza che è tuttora nella sede del club rosanero per una serie di perquisizioni. Sono diverse le accuse che vengono rivolte al patron Maurizio Zamparini.

Si ipotizzano infatti i reati di falso in bilancio, appropriazione indebita, riciclaggio e autoriciclaggio. Le perquisizioni sono ancora in corso, sia nella sede del club che a casa Zamparini. Lo stesso numero uno rosanero ha voluto puntualizzare come stanno le cose, intervistato dall’emittente siciliana Trm: “Sono una delle persone più oneste del calcio italiano. Ora blocco il calciomercato e comunque del Palermo non me ne frega un ca… Faccio giocare la Primavera e quel che abbiamo già dentro. Oggi avevo in programma un contatto telefonico con un imprenditore americano…”.

Zamparini dunque non usa mezzi termini e risponde anche a chi dice che dovrebbe ‘consegnare’ la squadra in mano al sindaco Leoluca Orlando, appena rieletto: Consegnare la squadra al sindaco? Ma perché dovrei consegnare la squadra al sindaco?! Perché?! Cioè, un pm viene a fare un’indagine e io dovrei consegnare la squadra al sindaco? Ma si vergogni chi pensa questo”. Il numero 1 rosanero parla poi anche ai microfoni di LiveSicilia, e rincara la dose: Il 30 giugno ho ricevuto una telefonata da Angelo Baiguera (executive manager del Palermo, ndr) che aveva incontrato alcune persone a Palermo. Era esterrefatto e mi disse: ‘Maurizio, mi hanno detto che se non vendi a Baccaglini vengono in Friuli e ti arrestano’. Mi sono messo a ridere e oggi accade tutto questo. Trovo veramente strano l’intervento della Procura dopo quella telefonata. Di solito la Finanza esegue dei controlli e se ravvisa elementi di reato avverte la Procura, ma qui è avvenuto il contrario. Chi ha fatto un’istanza alla Procura di Palermo affinché la guardia di finanza accertasse reati che non esistono?”.

La situazione è ancora in evoluzione, seguiremo ulteriormente gli sviluppi di questa spinosa vicenda che riguarda il club rosanero.