Inter, il colpo in difesa è rimandato. Intanto Miranda…

inter, il cplpo in difesa è rimandato INTER, IL COLPO IN DIFESA È RIMANDATO Il mercato dell’Inter non ha pienamente convinto i tifosi nerazzurri. Si aspettavano fuochi d’artificio e spese pazze, soprattutto di fronte agli investimenti immediati del Milan. La proprietà ha preferito mettere a disposizione un budget nella norma, per acquisti mirati, senza fare follie. Chi manca all’appello, però, è il rinforzo in difesa.

I MOVIMENTI DELLA RETROGUARDIA

I nerazzurri hanno trattato diversi difensori in questa sessione, a partire da Mangala, Toloi, Rolando, ma soprattutto Mustafi. L’Arsenal era disposta a cedere il giocatore, ma l’ex Sampdoria ha sparato una richiesta troppo elevata per gli standard nerazzurri: 4 milioni di euro. Eppure dietro sono partiti Murillo verso Valencia e Medel del Besiktas. Con i mancati arrivi sono state bloccate le cessioni di Ranocchia e del giovane Vanhaudsen in prestito. La coperta ora è un po’ corta, sebbene i nerazzurri debbano sostenere solo partite di campionato.

RISCHIO KO

Nella notte un grosso guaio sarebbe potuto arrivare dal Brasile. Joao Miranda, impegnato con la sua Nazionale, ha subito un fortuito scontro con il portiere verdeoro Alisson, nella partita vinta contro l’Ecuador. Per fortuna nulla di grave, ma il difensore nerazzurro si era accasciato momentaneamente a terra, privo di sensi. Poi è stato lo stesso Miranda a rassicurare tutto l’ambiente nerazzurro circa le sue condizioni fisiche.