Juventus-Chievo, Allegri: “Domani spazio a Szczesny e Matuidi. Licht? Mi dispiace”

juventus, allegri alle preseJUVENTUS-CHIEVO, ALLEGRI – Riparte il campionato dopo la sosta per le partite della Nazionale. Come già successo nei precedenti turni, la terza giornata sarà aperta dalla Juventus. I bianconeri ospitano il Chievo nell’anticipo delle 18.00 del sabato: il tecnico, Massimiliano Allegri, ha presentato la sfida in conferenza stampa.

“MARCHISIO E KHEDIRA OUT”

C’è tanta attesa per capire quale sarà la formazione dei bianconeri, con molti giocatori rientrati da poco da oltre oceano. Ma le scelte di Allegri potrebbero essere condizionate sopratutto dall’imminente sfida di Champions contro il Barcellona. Khedira e Marchisio sono out per infortunio, a cui si è aggiunto anche Chiellini. In porta esordio dal 1° minuto di Szczesny:

“Non sarà difficile comporla, devo solo scegliere tra quelli che ho a disposizione. Khedira non ci sarà, Marchisio speriamo che ritorni il prima possibile. Chiellini non sarà della partita, speriamo magari di recuperarlo per il Barcellona. Dybala ha lavorato a parte, Cuadrado dovrebbe essere rientrato oggi. Higuain non è stato convocato in Nazionale e questo gli ha fatto bene, dal punto di vista fisico la condizione è ottimale, sotto il profilo mentale adesso deve avere l’obiettivo di riconquistare la Nazionale. Barzagli rientra oggi e sarà disponibile, in porta giocherà Szczesny”.

Con l’assenza di Khedira e Marchisio, Pjanic è chiamato agli straordinari. Accanto a lui toccherà a Matuidi esordire:

“Lui e Pjanic giocheranno, devo solo capire se a centrocampo ci metteremo a due o a tre. Matuidi non è un giocatore che scopro io, tutti gli allenatori che ha avuto l’hanno sempre schierato titolare”.

“I NUOVI ARRIVI FARANNO BENE”

Esordio dunque per due nuovi arrivi, per i quali Allegri ha solo belle parole.

“Bentancur? Si sta inserendo bene, sono contento per lui. E’ un giocatore che può essere schierato al fianco di Pjanic ed ha tanta personalità. Lui come Bernardeschi avranno però bisogno di tempo, c’è un percorso da fare e non bisogna avere troppa fretta. Fare turnover? Adesso si pensa solo al Chievo, al momento è questa la partita più importante non quella con il Barcellona. Quella del Camp Nou non sarà una finale ma solo la prima partita della fase a gironi e il nostro obiettivo è solo passare il turno. Ci serviranno nove punti, siamo già passati da secondi e siamo arrivati in finale”.

Stesso trattamento per Douglas Costa, che domani potrebbe giocare titolare al posto di Cuadrado:

“Ha qualità e velocità importanti, è straordinario. E’ uno dei pochi al mondo che salta l’uomo e si è adattato bene al tipo di lavoro che si svolge in Italia. Vedrete che si rivelerà un acquisto super per noi”.

“DISPIACE PER LICHTSTEINER”

Non può mancare un commento anche sull’esclusione di Lichtsteiner dalla lista Champions, ma Allegri spiega i perchè della sua scelta.

“Mi è dispiaciuto lasciato fuori, ho dovuto scegliere anche in base al fatto che Marchisio non è al meglio e rischiavamo di restare con un uomo in meno a centrocampo. E’ stato molto difficile per me”.

“NON CONTA LA TEORIA”

La Juventus parte ancora la favorita per la vittoria dello scudetto, sopratutto dopo un mercato, che sulla carta, l’ha vista rinforzarsi. Per Allegri, però, tutto va dimostrato:

“Se questa Juve è più forte di quella dell’anno scorso? La teoria non conta niente, se a fine stagione la squadra avrà fatto una stagione importante, e per stagione importante voglio intendo arrivare a marzo essendo in corsa ancora in tutte le competizioni, anche se quest’anno la Coppa Italia la giocheremo prima perché già a dicembre saremo in campo per i quarti di finale ”.

“VAR VA USATA MEGLIO”

Chiusura sull’utilizzo della Var, che i bianconeir hanno potuto testare da vicino nei precedenti turni. Allegri si dice contento dell’introduzione della nuova tecnologia, ma va usata meglio.

“Uno strumento utile ma bisogna decidere come utilizzarlo. A Genova abbiamo perso sei minuti per due episodi ed stato dato un recupero di tre. Va usato bene ”.