Calciomercato Torino, Petrachi rivela: “Il Milan voleva inserire Belotti nell’affare Niang”

CALCIOMERCATO TORINO, PETRACHI RIVELA – Il Torino ha condotto un mercato più che soddisfacente a detta dei suoi stessi tifosi, che hanno apprezzato la condotta della dirigenza granata. In particolare il fatto di aver resistito alle avances di tanti club per Andrea Belotti, che alla fine almeno per quest’anno, rimarrà a Torino.

“NIANG? UNA TELENOVELA”

Il ds granata Andrea Petrachi, intervistato da Torino Channel, ha rivelato alcuni retroscena del calciomercato del Torino, parlando anzitutto del caso Niang e della proposta del Milan: Niang è stata una telenovela, con il Milan non è stato facile. Lui ha sempre e solo voluto venire da noi, anche per il rapporto che lo lega a Mihajlovic, ha pure rifiutato un’offerta della Sampdoria. Cairo mi ha dato subito l’ok per trattare con i rossoneri, ma loro hanno cercato di inserire Belotti con un’offerta non congrua. Sono stato io a voler tenere separati i discorsi ”.
Il ds granata sottolinea l’importanza di Belotti: “Noi stiamo cercando di fare un Toro sempre più forte, e cedendo Belotti a 50-60 milioni non avremmo potuto farlo. Vogliamo che Belotti possa arrivare ad essere pagato per quello che vale, e se il ragazzo vorrà confrontarsi con squadre che fanno la Champions potremmo riparlarne”.

IL MERCATO GRANATA

Petrachi poi tocca altri punti del mercato granata: “Il nostro mercato è partito in anticipo, con le operazioni Milinkovic-Savic e Lyanco. E poi c’è stato il riscatto di Iago Falque dalla Roma a gennaio”. Alla fine è stato ceduto Zappacosta al Chelsea, il dirigente spiega il motivo di questa scelta: “Confrontandoci anche con il ragazzo, ci siamo resi conto che si trattava di una proposta alla quale non si poteva dire di no. È arrivato Ansaldi, che secondo me è anche più bravo nella fase difensiva”.