Napoli, Mertens giura fedeltà: “Qui sto benissimo. Non paragonatemi a Maradona”

napoli, esplode la mertens maniaNAPOLI, MERTENS GIURA FEDELTA’ – Dries Mertens ha preso per mano il Napoli e ora non lo lascia più. L’ultima perla l’ha messa a segno nella sfida di campionato contro la Lazio: un gol che ha ricordato molto da vicino un altro splendido gol segnato da Diego Armando Maradona, negli anni d’oro partenopei. Il centravanti belga, intervistato da SportMediaset durante il programma TikiTaka, non vuole pero’ sentire di paragoni scomodi: “A me fa piacere che si facciamo questi paragoni ma ho tanto rispetto, io sono Dries e voglio restare con i piedi per terra ed aiutare la squadra”.

NAPOLI E LOTTA SCUDETTO

Mertens confessa di amare profondamente la città di Napoli: “A me piace vivere in questa città e conoscere la gente di qua. Ci sono tante cose che mi piacciono, sono qui da cinque anni qui. Mi piace il mare, il caffè, tutto. Mi piace andare in giro ed andare a mangiare. E’ una città bellissima se conosci posti belli, bisogna viverla così”. Poi si parla di lotta scudetto con la Juventus: “La Juve è l’avversario da battere? Io sto giocando al Napoli e penso al Napoli. Non c’è solo la Juve ma anche altre squadre, noi dobbiamo guardare al nostro gioco. Noi semplicemente non dobbiamo parlare troppo e lavorare”.

SU REINA, MILIK E SARRI

Mertens parla poi della vicenda legata al futuro di Reina e dello sfortunatissimo Milik: “​Pepe è uno che sta molto bene qua, sia lui che la famiglia. Mi fa molto piacere che Pepe sia rimasto, è molto importante dentro e fuori dal campo, sappiamo che lui è un personaggio importante per noi. Marek Hamsik è un grande e noi abbiamo bisogno di lui. Senza Milik io avrò molte responsabilità, ma sono qui per giocare ed aiutare la squadra. Stiamo facendo bene e vogliamo continuare”. Infine solo elogi per Sarri: “Anche lui fuma, non tutti lo sanno. Tutti sappiamo che è un grande allenatore, sta facendo grandi cose con questa squadra. Lui è forte nel prendere i giocatori e far fare il suo gioco, posso parlare solo positivo di lui”.