Inter, anche a gennaio mercato autofinanziato. Intanto Vidal si allontana

inter, anche a gennaio mercato autofinanziato INTER, ANCHE A GENNAIO MERCATO AUTOFINANZIATO. INTANTO VIDAL SI ALLONTANA – Non sembra prossimo a decollare il progetto Inter per Suning. Dalla Cina arrivano notizie confortanti per i tifosi, poiché il Partito Comunista, che si riunirà in congresso il 18 ottobre prossimo, ha rassicurato in merito alla possibilità che la società nerazzurra potesse finire nella cosiddetta black list. Zhang Jindong ha quindi il via libera per poter investire nell’Inter. Ma l’Uefa impone uno stop.

BLOCCO UEFA: COLPA DI THOHIR

Come riporta La Gazzetta dello Sport, così come avvenuto nella sessione estiva, anche a gennaio l’Inter dovrà sottostare ai paletti del Financial Fair Play, che costringerà la società nerazzurra ad un mercato autofinanziato. Questo significa che Jindong potrà sì spendere per rafforzare il club, ma solo per quanto riguarda strutture, sponsorship e infrastrutture. Non su una campagna acquisti, quindi, che potrà avvenire solo tramite prestiti oppure dopo aver ceduto. Le limitazioni arrivano da un accordo sottoscritto da Thohir con l’Uefa nel 2015. L’Inter all’epoca versava in cattive acque dal punto di vista economico e finanziario, così l’indonesiano concordò un piano di rientro nei piani del Fair Play.

VIDAL PIÙ LONTANO: 

Il nuovo tecnico del Bayern Monaco Jupp Heynckes ha ribadito di voler puntare forte su Arturo Vidal. Si allontana, quindi, l’ipotesi di vederlo all’Inter. Il club nerazzurro a questo punto potrebbe puntare su un prestito dallo Jiangsu Suning, con Ramires e Alex Teixeira in candidati.