Milan, Fassone: “L’Inter è come una bella donna, bella e disorganizzata. Nessun dramma in caso di mancata qualificazione alla Champions”

HavertzMILAN, DICHIARAZIONI FASSONE- Marco Fassone, amministratore delegato del Milan, ha rilasciato alcune dichiarazioni al Guerin Sportivo. L’esperto dirigente è stato in tutti i top club italiani, dalla Juventus al Napoli fino ad arrivare all’Inter ed infine al Milan. “Le mie esperienze professionali sono state diverse tra di loro come responsabilità. Tutte formative e interessanti. La Juventus è la società più strutturata e la più aziendale. Il Napoli è un club padronale. Ha un proprietario che decide e determina, ma è stato abile a calarsi nella realtà e a dotarsi di una struttura molto efficiente. L’Inter è una società che ha sempre avuto bisogno di un uomo forte in panchina, da Mancini a Mourinho. Ha un’anima naif, come una bella donna un po’ disorganizzata, come l’ha definita Moratti. Ora ha trovato un uomo forte come Spalletti e sta andando bene.”

DICHIARAZIONI SUL MILAN

Nella scorsa sessione di calciomercato, il Milan ha rivoluzionato totalmente la rosa a disposizione di Montella. La nuova proprietà ha dovuto investire ingenti somme per aumentare il valore della rosa e di conseguenza Fassone, per evitare problemi con la Uefa, ha presentato dei piani interessanti. E infatti, nelle sue dichiarazioni, l’amministratore delegato rossonero ha analizzato il caso in cui il suo Milan non riesca a raggiungere la qualificazione alla prossima Champions League: “Non andare in Champions non sarebbe un dramma. Alla Uefa ho presentato anche dei piani che non prevedono la qualificazione alla Champions. Ma avere 40 milioni di fatturato sarebbe positivo e non ci dovrebbe far pensare alla cessione di un giocatore. Juventus e Napoli sono più forti delle altre. Noi dobbiamo fare la corsa su Roma, Inter e Lazio per rientrare nelle prime quattro. Quando si inizia un nuovo progetto sono consapevole che ci vuole tempo e non si vince al primo anno”