Inter, a gennaio assalto di Sabatini a Verdi

VerdiVERDI – Con l’avvicinarsi della sessione invernale del calciomercato il Direttore Sportivo dell’Inter Walter Sabatini sta per accendersi di nuovo. Limitato nel mercato estivo dalle norme del Financial Fair Play, e dal blocco temporaneo degli investimenti deciso dal governo cinese, per gennaio promette fuoco e fiamme.

 

OCCHI PUNTATI SU VERDI

Dopo i nomi di Ozil e Pastore anche Simone Verdi, centrocampista offensivo, classe 1992, vincolato al Bologna da un contratto che scadrà nel giugno del 2021, è entrato, secondo FcInterNews.it, nel novero dei giocatori che l’Inter sta monitorando. Verdi, recentemente convocato in Nazionale dal CT Ventura, si è messo in mostra in questa prima parte di stagione. Punto di forza del calciatore di Broni è la duttilità tattica: centrocampista centrale, trequartista, ma anche esterno d’attacco su entrambe i lati e seconda punta. Il Bologna per il suo cartellino chiede 12 milioni di euro, il valore reale di mercato è 7, a metà strada si può chiudere. Per Sabatini però c’è da vincere la concorrenza di Napoli e Roma.

CHI E’ SIMONE VERDI

Simone Verdi è nato a Broni il 12 luglio 1992 centrocampista o del Bologna e della nazionale italiana. Come detto può giocare a centrocampo e su tutto il fronte d’attacco.  Ambidestro, molto duttile, dotato di ottima tecnica. Fa del dinamismo, della velocità palla al piede e del dribbling i suoi punti di forza, ma soprattutto possiede un ottimo tiro dalla distanza. Bravo anche a inserirsi negli spazi.