Napoli-Inter 0-0, Sarri: “E’ mancata un po’ di lucidità”. Spalletti: “Complimenti ai ragazzi”

NAPOLI-INTER 0-0, DICHIARAZIONI SARRI- Il Napoli ha giocato con il cuore contro l’Inter ma non è riuscito a segnare. Handanovic ha fatto la differenza e ha salvato i nerazzurri in almeno tre occasioni. Buona prova da parte della formazione di Spalletti che ha difeso con ordine e ha attaccato in contropiede. Al termine del match, Maurizio Sarri ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Premium Sport: “Handanovic è tra i portieri più forti al mondo, è normale questa sua prestazione. Nel primo tempo siamo stati straordinari nel pressare gli avversari, nel secondo tempo ho dovuto cambiare tutto il centrocampo per andare avanti. Fare il 75% di supremazia territoriale senza soffrire molto è un grande risultato. Per Insigne i medici mi hanno dato l’ok e abbiamo deciso di rischiarlo. Mi arrabbio sui cori verso il Vesuvio perché ci sono forme di razzismo dove si fa attenzione mentre su queste c’è poca sensibilità. Stasera non mi sono piaciute alcune scelte sbagliate dove in area invece di tirare potevamo passare la palla. Ci è mancata un po’ la lucidità. La mia squadra ha più motivazioni in campionato che in Europa, stasera abbiamo fatto una gara di grande determinazione per 90′. Fare la Champions è una fortuna ma inevitabilmente toglie qualcosa. Se nella nostra testa siamo convinti di essere più competitivi in Italia e non in Champions mi viene difficile svoltare. Spalletti è il ministro della difesa, a livello di statistiche sono due punti persi ma la squadra ha fatto una buona prestazione”

LE DICHIARAZIONI DI SPALLETTI

Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter, ha analizzato il match ai microfoni di Premium Sport : “A questi ragazzi vanno fatti solo i complimenti. Dite che siamo fortunati ma la mia fortuna è allenare questi ragazzi. Oggi abbiamo giocato una buonissima partita e si poteva anche giocare meglio. Il Napoli ha giocato una buonissima partita, sembrava a tratti di giocare con i figli di Goldrake per le robe che sono in grado di fare: aggrediscono, hanno possesso veloce. Ma in 2 o 3 situazioni potevamo segnare noi. Handanovic ha fatto quello che deve fare, buonissimi interventi. Anche Reina mi è sembrato bravo in un paio di occasioni, però è vero che abbiamo sofferto. Riuscire a portare questo risultato è un grandissimo risultato, ce lo teniamo stretto. La mia squadra è ancora un po’ impaurita: si sono persi palloni da non perdere. Bisogna assimilare velocemente certe cose, martedì giochiamo con un’altra squadra la vertice come la Sampdoria. Se credo allo scudetto? Sì, lo vinceremo (con tono ironico). Non mi interessano i complimenti, io sono uno che lavora in questo club. Se in una partita contro il Napoli si esce con questo risultato i complimenti vanno fatti ai ragazzi. Potevamo fare di più e dobbiamo fare sicuramente di più, nonostante sia un punto importantissimo”