Nazionale, Chiellini: “Contro la Svezia sarà 50-50. Su Bonucci…”

NAZIONALE, CHIELLINI: “CONTRO LA SVEZIA SARÀ 50-50. SU BONUCCI” – Giorgio Chiellini è uno dei punti fermi della Juventus e della Nazionale. L’obiettivo Mondiale è uno di quelli da non fallire in maniera più assoluta: “Per fortuna sono 60 anni che l’Italia va ai Mondiali. Contro la Svezia vedo un 50-50” ha dichiarato Chiellini.  Queste le sue parole riportate dal Corriere dello Sport.

LE INSIDIE DELLA SVEZIA

L’ultimo ostacolo verso il Mondiale si chiama Svezia, una partita da non sottovalutare e da giocare al massimo delle forze. Potrebbero essere i dettagli a fare la differenza: “ Prevedo una partita difficile, decisa dagli episodi, palle sporche, combattuta; siamo pronti, dipenderà da noi. Il gioco si fa duro, dunque gioca la…BBC come ai tempi di Conte”.

L’ATTUALE RAPPORTO CON BONUCCI

Il passaggio di Bonucci al Milan ha diviso il terzetto composto da Barzagli, Bonucci e Chiellini, ma il loro rapporto è rimasto lo stesso. E poi in Nazionale è sempre BBC: “Sì, ritroviamo Leo, ed è sempre un piacere. Le sue difficoltà in rossonero? Uno sport come il calcio vive di alchimie. Non sempre un giocatore funziona nello stesso modo da una squadra all’altra. Un elemento da 8 se cambia gruppo può valere 6 e uno da 7 può migliorare il reparto”.

LE ROVINE DEL GUARDIOLISMO

Giorgio Chiellini si è soffermato sulle nuove leve in difesa, come Romagnoli, Rugani e Caldara. Il centrale della Juventus nota però una rivoluzione nel modo di giocare dei difensori: “La verità è che il guardiolismo ha rovinato una generazione di difensori. Ora tutti si allargano, impostano, ormai sui cross non c’è difensore italiano che “senta” più l’avversario; così si sta perdendo la storia”.