Juventus, Khedira a gamba tesa sul VAR: “Il suo utilizzo un disastro”

juventus, khediraJUVENTUS, KHEDIRA A GAMBA TESA SUL VAR – Il VAR è stato introdotto in Serie A in questa stagione. Il suo utilizzo ha finora evitato grosse polemiche relative ad errori arbitrali. Rimane pero’ ancora parecchio da migliorare, come hanno sottolineato i vertici arbitrali a più riprese. Il problema più grosso finora è rappresentato dalle perdite di tempo legate all’utilizzo della ‘moviola in campo’.

KHEDIRA IMPEGNATO CON LA SUA NAZIONALE

Spesso infatti assistiamo a lunghe consultazioni tra il direttore di gara in campo e i due colleghi che dalla stanza del VAR visionano l’azione incriminata. Ed è su questo che si concentra principalmente il centrocampista della Juventus Sami Khedira. Il centrocampista è impegnato con la sua Nazionale in due amichevoli di lusso prima contro l’Inghilterra, poi contro la Francia.

IL CENTROCAMPISTA SI SCAGLIA CONTRO IL VAR

Khedira, direttamente dal ritiro della sua Nazionale, ha voluto esprimere la propria opinione sul VAR: “Mi sono associato a quello che ha detto Sandro Wagner queste le sue parole riportate da La Gazzetta dello Sport – Il modo in cui viene utilizzato il Var in questo momento non è buono, sarà opportuno, se possibile, regolamentarne al meglio l’utilizzo. Ad oggi qui è un vero disastro. Il calcio è l’emozione, l’errore fa parte del gioco. Se possiamo evitare e ridurre con la tecnologia gli errori, ok, ma qui gli arbitri non hanno più modo di sapere il da farsi”. Il centrocampista tedesco se la prende in particolar modo con le perdite di tempo dovute all’applicazione del VAR: “I giocatori non sanno più se festeggiare i loro gol o meno. Si perdono per strada molta passione e tanta emozione, che sono il sale del calcio. Se si trova modo di applicare una regolamentazione uniforme, allora sono favorevole all’utilizzo del Var ma non si può stare fermi di tre minuti per decidere, noi  giocatori ci chiediamo come gestire queste situazioni.  Stiamo lì, senza fare niente, questi tempi morti uccidono il gioco” .