Juventus, Dybala: “Bianconero per sempre? Non posso prometterlo. Buffon leggenda”

dybala-barcellona, il retroscenaJUVENTUS, DYBALA BIANCONERO PER SEMPRE – Paulo Dybala è tornato a segnare in campionato con la maglia della Juventus. La rete è arrivata domenica a Genova contro la Sampdoria, ma non è bastato alla Juve per evitare la sconfitta. Domani i bianconeri sfideranno in Champions League il Barcellona di Lionel Messi, in una partita che si preannuncia decisiva per il prosieguo della competizione.

NESSUNA PROMESSA PER IL FUTURO

France Football ha intervistato la Joya bianconera, che non ha voluto anticipare nulla su quello che sarà il proprio futuro: “Io alla Juve per sempre? Non voglio fare promesse quando non dipende da me, ma non voglio neppure dire che sarà la mia ultima stagione qui. Penso al presente e voglio vincere tutto, nel calcio di oggi non si sa come sarà il futuro”. Non si puo’ non parlare poi del Pallone d’Oro, nella cui lista Dybala figura tra i candidati alla vittoria: “Mi piacerebbe giocarmelo alla pari con Neymar in futuro, al momento però è lui quello più vicino a vincerlo essendo più vicino a Messi e Ronaldo come livello. Io devo lavorare per migliorare e vincere trofei. Una volta davanti ad un falò tra amici abbiamo espresso tutti un desiderio: il mio era proprio vincere il Pallone d’Oro“.

DYBALA TORNA SULLA FINALE DI CARDIFF

Domani nuovamente la sfida contro Messi, che per Dybala è un vero e proprio mito: “Leo è come Maradona per quelli della nostra generazione. Per me è un onore giocare insieme a lui in Nazionale. Ci ha trascinati al Mondiale con la tripletta all’Ecuador, è un leader nato. L’espressione di ‘nuovo Messi’ non è deleteria per un calciatore, dipende da come la si prende. Qualcuno non la vive bene, io però sono contento e scendo in campo concentrato per raggiungere i miei obiettivi”. Infine si ritorna sulla finale di Champions League persa a Cardiff contro il Real Madrid: “Abbiamo sbagliato completamente il secondo tempo, io mi sentivo impotente. E’ stato strano perché abbiamo preso quattro goal quando in tutta la competizione, fino a quel punto, ne avevamo incassati appena tre. Buffon? E’ una leggenda, è rispettato da tutti. Ha quasi 40 anni ma è come se ne avesse 20″.