Mondiali 2018, il sorteggio dei gironi: strada in salita per l’Argentina, sorridono le altre big

Qualificazioni Mondiali Russia 2018MONDIALI 2018, IL SORTEGGIO DEI GIRONI – Si è concluso da pochi minuti il sorteggio degli otto raggruppamenti per il Mondiale 2018. La cerimonia si è svolta al Cremlino di Mosca. Gli otto gruppi sono stati ‘disegnati’ dai rappresentanti dei Paesi campioni del mondo almeno una volta nella loro storia. Per l’Italia era presente Fabio Cannavaro: peccato però che gli azzurri non parteciperanno a questa manifestazione, per la prima volta dal 1958.

La gara d’esordio del Mondiale sarà Russia-Arabia Saudita, in programma il 15 giugno 2018. Se l’Italia si fosse qualificata sarebbe andata al posto della Croazia, nel girone B con Argentina, Islanda e Nigeria. Il girone dove è presente l’albiceleste è sulla carta quello con più insidie. Per Spagna, Francia, Germania e Brasile il percorso non pare accidentato, ma attenzione alle sorprese. In ognuno degli 8 gruppi è stata sorteggiata una squadra di ogni fascia (organizzata in base al ranking Fifa di ottobre). Le Nazionali faranno tutte base a Mosca, per poi spostarsi nelle varie sedi: nella capitale russa si utilizzeranno due impianti.

GLI OTTO GIRONI

GIRONE A Russia, Uruguay, Egitto, Arabia Saudita
GIRONE B Portogallo, Spagna, Iran, Marocco
GIRONE C Francia, Perù, Danimarca, Australia
GIRONE D Argentina, Croazia, Islanda, Nigeria
GIRONE E Brasile, Svizzera, Costa Rica, Serbia
GIRONE F Germania, Messico, Svezia, Corea del Sud
GIRONE G Belgio, Inghilterra, Tunisia, Panama
GIRONE H Polonia, Colombia, Senegal, Giappone

LE QUATTRO FASCE

Le 32 Nazionali erano state divise in 4 fasce, in base al ranking FIFA. Questa la suddivisione prima del sorteggio

FASCIA 1: Russia, Germania, Brasile, Portogallo, Argentina, Belgio, Polonia, Francia
FASCIA 2: Spagna, Svizzera, Inghilterra, Colombia, Messico, Uruguay, Croazia, Perù
FASCIA 3: Costa Rica, Islanda, Tunisia, Egitto, Senegal, Iran, Svezia, Danimarca
FASCIA 4: Nigeria, Serbia, Giappone, Marocco, Panama, Corea del Sud, Arabia Saudita, Australia.