Mondiali Russia, la Federcalcio Spagnola risponde alla FIFA: “Vogliono l’Italia al nostro posto?”

MONDIALI RUSSIA, LA FEDERCALCIO SPAGNOLA RISPONDE ALLA FIFA – La notizia del giorno è sicuramente la notizia di una possibile esclusione della Spagna dai prossimi Mondiali di Russia. Come riportato quest’oggi da El Pais la FIFA ha fatto partire delle indagini in merito all’ingerenza del governo spagnolo nelle elezioni dello scorso mese di maggio per la Presidenza della Federcalcio iberica. Il presidente della RFEF Maria Villar è stato arrestato lo scorso 18 luglio in una retata anticorruzione.

LA SPAGNA RISCHIA L’ESCLUSIONE

La FIFA, sempre secondo El Pais, avrebbe inviato una lettera alla RFEF per avvisare che la Federcalcio iberica potrebbe essere esclusa da tutte le competizioni, Mondiali inclusi. Durissima la risposta dell’attuale presidente Juan Luis Larrea, nelle parole riportate da SportMediaset: “Niente e nessuno escluderà la Spagna dal Mondiale. È qualcosa di impossibile. La Fifa vuole sapere cio che le serve e per questo è già prevista una riunione a scopo informativo con il ministro dell’Educazione Martinez e il presidente Fifa Gianni Infantino. Non succederà, cos’è, vogliono mandare l’Italia al nostro posto? Ci siamo conquistati i Mondiali sul campo, la Fifa lo sa”.

IL DURO COMUNICATO DELLE FEDERCALCIO SPAGNOLA

Pochi minuti fa è apparso poi un comunicato ufficiale, altrettanto duro, da parte della Federcalcio Iberica:
– In occasione del sorteggio mondiale dello scorso 1 dicembre a Mosca, il presidente della Federcalcio spagnola Juan Luis Larrea e altri dirigenti hanno avuto diversi incontri e riunioni con esponenti di Uefa e Fifa;
– in queste riunioni i rappresentati di Uefa e Fifa hanno manifestato la propria grande preoccupazione per la situazione che sta attraversando la Federcalcio Spagnola. Ci hanno riferito l’interesse a venire in Spagna per tenere, il prima possibile, una riunione con le più alte istituzioni sportive del nostro paese, al fine di avere una maggiore conoscenza della situazione;
– la Federcalcio Spagnola ha trasferito questa inquietudine al Ministro dell’Educazione, Cultura, Sport, con la preghiera di individuare una data per fissare questo incontro;
– il desiderio della RFEF è che tutto torni alla normalità, che è anche l’obiettivo principale dell’attuale staff dirigenziale: tutti desideriamo che la nazionale spagnola partecipi al Mondiale 2018, ottenuto con una qualificazione molto brillante;
– infine, teniamo a ricordare che l’Articolo 1 del titolo primo, nel suo punto 4, del nostro statuto dice: “La RFEF è affiliata alla Fifa e alla Uefa, delle quali accetta gli statuti e si impegna a metterli in pratica” e nel suo punto C segnala che la RFEF si impegna a “rispettare sempre gli statuti, i regolamenti e le decisioni della Fifa e dell’Uefa”.

L’Italia puo’ dunque sperare in un clamoroso ripescaggio? Stando a queste ultime voci, l’ipotesi non sembrerebbe così remota. Anche se stiamo ovviamente parlando di uno scenario fantacalcistico. Vedremo gli sviluppi nei prossimi giorni.