Juventus, fine inibizione per Agnelli: accolto il ricorso sul caso biglietti

JUVENTUS, FINE INIBIZIONE PER AGNELLI – Buone notizie per la Juventus e Andrea Agnelli arrivano dalla Corte federale d’appello. Da oggi, infatti, ha termine l’inibizione per il presidente bianconero a seguito del processo sportivo relativo alla cessione di biglietti ai tifosi della Juventus.

MULTA E PORTE CHIUSE

La stessa Corte d’appello ha deciso per una multa alla società bianconera fissata a 600mila euro, oltre alla chiusura della Curva Sud per la prima gara casalinga dei bianconeri nel 2018. Il 21 gennaio prossimo, la squadra di Allegri giocherà contro il Genoa. Agnelli è stato, invece, condannato al pagamento di una sanzione da 100mila euro. Nel primo appello il presidente bianconero venne condannato all’inibizione, insieme a lui anche Francesco Calvo, Stefano Marulla e Alessandro d’Angelo. Ora la palla passa al terzo grado di giudizio: si esprimerà sul caso il Collegio di garanzia del Coni.

IL COMUNICATO

La Corte Federale D’Appello a Sezioni Unite, con riferimento alla posizione del presidente Andrea Agnelli, ridetermina la sanzione allo stesso inflitta nell’ammenda di 100mila euro e nell’inibizione fino alla data odierna. La Corte ridetermina inoltre la sanzione dell’ammenda di 600 mila euro alla società e dispone la disputa della prima gara interna di Campionato di Serie A dell’anno 2018 con il settore denominato ‘Tribuna (Curva) Sud’ dell’Allianz Stadium di Torino privo di spettatori.