Milan, Fassone: “Ritiro necessario. Umiliati a Verona”

milan, fassone allo scopertoMILAN, FASSONE- Il Milan, a Verona, ha toccato il fondo. La squadra rossonera, infatti, ha perso per 3 a 0 contro la neo promossa (dopo aver vinto per 3 a 0 in coppa Italia proprio contro i veneti) e si trova al momento all’ottavo posto in classifica. I ragazzi di Gattuso non riescono a trovare continuità e sono già arrivate diverse batoste in appena tre mesi. L’amministratore delegato del Milan, Marco Fassone, ha rilasciato alcune dichiarazioni per analizzare il momento attuale della squadra.

MILAN, LE PAROLE DI FASSONE

L’ad rossonero, al margine della presentazione del libro di Pellegatti al Mondadori Megastore di Milano, ha parlato del Milan: “Dopo aver scambiato alcune opinioni con Gattuso, abbiamo deciso di portare i ragazzi in ritiro. Lo stare insieme in questi giorni per parlare è fondamentale per capire quali siano i problemi e capire quale sia il valore del Milan. Contro il Verona l’abbiamo vissuta come un’umiliazione, non deve accadere più. Decisione Uefa? Ritengo che sia di indirizzo politico, non quella di Platini. Non vedono di buon occhio una squadra come la nostra che ha investito tanto dopo tre anni difficili. E’ un Natale strano e di lavoro, pensiamo ci sia utile stare insieme”. Fassone ha anche parlato di Kakà:Si è preso un po’ di tempo per decidere, prima di Natale ci risentiremo”