Napoli, Insigne contro Higuain: “Ci ha mancato di rispetto”

napoli, sarri elogia insigne NAPOLI, INSIGNE CONTRO HIGUAIN: “CI HA MANCATO DI RISPETTO” – Lorenzo Insigne non è più solo magnifico, ma anche e soprattutto leader. Mai come in questo momento, il numero 24 azzurro rappresenta Napoli e tutta la napoletanità. Il modo in cui si è espresso, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, lo dimostra ancora una volta. Insigne parla da tifoso e da giocatore del Napoli: “Sin da bambino ho sempre pensato di diventare un calciatore e di giocare al San Paolo con il Napoli. Giocare a Napoli da napoletano non è facile. Ci sto riuscendo e spero di farlo ancora per molto”.

SU HIGUAIN

Insigne, nel corso della sua intervista, si è soffermato anche sull’ex compagno di squadra Gonzalo Higuain, senza particolari giri di parole: “Quando ha esultato al San Paolo gli ho detto qualche parolina in dialetto e lui mi ha capito. Mi è dispiaciuto: è stato 3 anni qua, al di là della scelta che poi ha fatto e non aggiungo altro. Avrebbe dovuto avere un minimo di rispetto per noi ex compagni, dice di essere nostro amico, invia messaggini ad alcuni di noi alla vigilia e poi ci esulta in faccia? E’ stata una mancanza di rispetto”. 

SCUDETTO

Come non chiedere ad Insigne del sogno scudetto. Un sogno che è diventato un vero e proprio obiettivo. “Il Napoli in testa alla classifica: questo è l’anno buono per vincere lo scudetto? Penso proprio di sì, ne siamo consapevoli. Gli altri anni andavamo in campo pensando che quella partita l’avremmo pure potuta pareggiare o perdere”.
“Napoli campione d’inverno? Preferisco essere campione in primavera…