Inter, brusca frenata per Ramires: la Uefa blocca il trasferimento

inter, si complica Ramires INTER, BRUSCA FRENATA PER RAMIRES – Si complica clamorosamente l’arrivo di Ramires all’Inter nella finestra di mercato di gennaio. Secondo quanto riferisce La Gazzetta dello Sport, sarebbe addirittura la Uefa a bloccare il trasferimento del centrocampista brasiliano in nerazzurro. Il comitato che presiede il cosiddetto settlement agreement si è espresso sul trasferimento. Secondo l’Uefa, infatti, il prestito gratuito del giocatore dal Jiangsu Suning e l’Inter è un aiuto tra due club dello stesso proprietario.

RAMIRES E NON SOLO

Uno degli altri limiti a cui deve sottostare l’Inter è quello di far sì che il monte ingaggi non superi il 60 % del fatturato annuo. Pertanto anche l’ingaggio di Ramires, che si aggira intorno ai 10 milioni netti, costituirebbe un problema. Non solo, tale limite impedirebbe all’Inter anche di far partire l’assalto ai vari Pastore e Mkhitaryan, i cui rispettivi ingaggi si aggirano sui 14 lordi il primo e 18 lordi il secondo. A questo punto l’unica via d’uscita per il club di Corso Vittorio Emanuele è quello di riuscire a vendere giocatori come Joao Mario e Brozovic, per alleggerire il monte ingaggi. Inoltre, sempre secondo le regole del settlement agreement, l’Inter non può disporre della formula del prestito con obbligo di riscatto nella sessione di mercato invernale. Ad oggi, sembra che l’Inter dovrà attendere giugno per avere un nuovo centrocampista di livello.