Bojan sveglia la Roma nella ripresa a Novara, finisce 2 a 0

E’ risorta la Roma? Il 2 a 0 dice tutto e niente perché i giallorossi hanno finalmente tirato anche in porta oltre a tenere molto la palla ma in difesa hanno pure ballato oltre misura contro un Novara apparso tecnicamente poca cosa salvo metterci tanta volontà. Morimoto con Meggiorini nell’attacco creato da Tesser per il suo Novara. Alex Pinardi finisce in panchina assieme a Jeda. Roma in cui torna Lamela dal primo minuto nell’ennesima nuova formazione di Luis Enrique al fianco di Osvaldo. Greco  dal primo minuto a centrocampo, Taddei e Rosi in difesa sulle rispettive fasce con Cassetti centrale assieme a Burdisso sono alcune delle novità. Vanno in panchina Angel, Bojan e Perrotta. Il via è del Novara che cerca subito un affondo ottenendo un calcio d’angolo che però non regala emozioni. Il campo ha retto benissimo nonostante la tanta pioggia caduta anche su Novara. Il sintetico però ha retto benissimo. Roma un po’ in apprensione per alcuni traversoni  laterali. Lamela si fa vedere con un bel tocco per Taddei che poi viene contrato dalla difesa piemontese. Al 5’ retropassaggio pericoloso di Paci a Cassetti sul quale prova ad intervenire Cassetti senza fortuna. Bene la linea difensiva romana nell’attuare il fuori gioco anche se talvolta leggermente rischiosa. Bravo Lamela a passare tra due avversari ed a calciare nonostante la trattenuta per la maglia da parte di un difensore. Tiro però un po’ debole che Fontana blocca senza difficoltà. Al 12’ arriva il primo ammonito della gara. E’ per Cassetti per un fallo su Morimoto. Incontro molto fisico, poche cose buone e tanto agonismo. De Rossi serve bene Rosi lanciandolo in profondità, il laterale entra in area e crossa all’indietro ma la difesa di casa libera. Pci tocca la palla nella propria area di rigore salvando un possibile rischio. Al 19’ Marianini  di testa manda la palla in fondo al sacco ma la rete viene annullata per un giusto fuorigioco. Azione nata da una punizione conquistata da Morimoto. Partita che inizia a salire di tono. Rosi spinge parecchio sulla fascia e va pure al tiro con un diagonale che però si spegne sull’esterno della rete. Roma che spinge maggiormente anche se non riesce a centrare la porta. Ci prova anche De Rossi da fuori ma il pallone si alza troppo sopra la traversa. Al 29’ ammonito Pjanic per un’entrataccia su di un avversario. Tre minuti dopo Morimoto è egoista nel calciare in porta senza impegnare troppo Stekelemburg quando aveva Meggiorini meglio piazzato al suo fianco.  Greco dalla distanza, facile la presa di Fontana. Al 39’ coast to coast di Meggiorini che arrivato al limite dell’area di rigore spara mandando la palla di poco a fondo campo grazie anche ad una deviazione avversaria. Centurioni di testa spedisce la sfera di poco sulla traversa. Roma sorpresa da alcune folate offensive piemontesi. Nel primo minuto di recupero gran tiro di Taddei con la palla che si abbassa improvvisamente superando Fontana ma spegnendosi di poco fuori. E’ questa l’ultima emozione del primo tempo.

Ripresa che inizia senza novità in campo. Spinge la Roma nei primi minuti ma riesce ad impensierire Fontana solo con un cross facilmente bloccato dal numero uno di casa. Osvaldo frenato da Paci e per il novarese arriva il giallo. Ospiti con tanto possesso di palla ma con zero tiri in porta. Al 7’ dentro Pinardi e fuori Mazzarani nella squadra di casa. Finalmente un minuto dopo la Roma tira in porta: Greco calcia ma Fontana blocca a terra. Giro palla della formazione di Luis Enrique continua con il Novara molto rintanato nella propria metà campo. Burdisso di testa ci prova ma non da forza alla sfera e Fontana para. Pochi minuti e Rosi crossa, tocca Geniti che per poco non inganna il proprio portiere che si allunga a terra e blocca. Al 16’ le due squadre cambiano un uomo. Nella Roma fuori Greco e dentro Bojan mentre nel Novara esce Morimoto ed entra Giorgi. Finalmente la Roma prova il tiro da fuori. Lo fa col neo entrato Bojan sul quale interviene Fontana in tuffo. Al 22’ tocca a Pjanic saggiare la capacità di Fontana con una buona punizione centrale.  Ma un attimo dopo in contropiede Meggiorini se ne va a Cassetti e batte in diagonale ma Stekelemburg è bravissimo ad allungarsi mandando la palla in calcio d’angolo. E’ di fatto la prima occasione vera di tutta la gara. Replica la Roma con Bojan da fuori ma Fontana vola mandando la palla fuori. Momento sicuramente più interessante dell’intero incontro. Al 27’ Lamela subisce fallo a centrocampo da Porcari e per il novarese arriva il cartellino giallo. Sulla battuta della punizione la palla va a Pjanic che finta il tiro ma apre per Bojan Krkic che col destro batte imparabilmente il portiere di casa: Roma in vantaggio 1 a 0. Reazione Novara con Porcari che tira facendo gridare al gol ma il palo esterno fa finire la palla a fondo campo. Tesser corre ai ripari per cercare di recuperare il risultato inserendo Jeda per Marianini. Ma la Roma ha un Bojan in più che almeno, rispetto agli altri, tira sicuramente di più in porta. Al 31’ angolo dalla fascia sinistra, cross per Osvaldo che di testa, quasi in ginocchio non da scampo a Fontana: 2 a 0. Novara che sparisce dal campo e Osvaldo sfiora il tris sempre di testa. Si fa male Rosi ed entra Angel. Al 38’ distratta la difesa ospite che permette a Meggiorini di calciare indisturbato mandando la palla però a fondo campo. Tre minuti dopo Fontana salva la sua porta sulla conclusione di Taddei. Entra Perrotta ed esce Pjanic. il neo entrato al 90esimo chiama ancora il portiere di casa alla parata a terra. Rigoni ci prova in diagonale nel primo dei tre minuti di recupero ma la palla sfila a fondo campo di pochissimo. E’ l’ultima occasione per il Novara che deve cedere le armi alla Roma.