Premjer Liga, Zenit bloccato in casa dall’Anzhi, Rubin Kazan corsaro a Khimki

Prima giornata dopo lo split della Premjer Liga, 31a in totale. Si inizia con qualche sorpresa: prima di tutto, lo 0-0 tra Zenit e Anzhi Makachkla, che però non dà particolari problemi alla capolista, dato che il CSKA, secondo in classifica, ha perso in casa propria (al Khimki Stadium) con il Rubin Kazan per 2-1: dopo il gol di Kasaev, i moscoviti rispondono con il capocannoniere del campionato Doumbia, su rigore (prima rete dal dischetto per l’ivoriano), ma nel secondo tempo arriva il gol di Ryazantsev a fissare il risultato sul 2-1 in favore dei tatrastani. Sempre nel girone scudetto abbiamo la vittoria per 2-1 della Dinamo Mosca sul Kuban Krasnodar, grazie ai gol di Semshov e Kokorin (Bugaev per il Kuban). Vittoria, poi, per 2-0 dello Spartak Mosca con la Lokomotiv nel derby, con una doppietta di Emenike.

Nel girone salvezza vediamo anzitutto il Krasnodar guadagnare il primo posto, grazie alla vittoria per 3-2 sullo Spartak Nalchik penultimo in classifica. Non si rialza, invece, il Tom Tomsk, perdente a Rostov; se non altro gli ultimi in classifica hanno realizzto un gol, inutile, comunque, nell’economia di una partita persa 3-1 e terminata in 9 uomini (anche se erano andati momentaneamente in vantaggio). Ricordiamo che il Tom Tomsk, per 11 giornate, non era andato a segno, ed aveva interrotto il digiuno la giornata scorsa. Vittoria esterna, poi, per l’Amkar Perm in casa del Nizhny Novgoorod per 2-1, mentre finisce 0-0 Terek Grozny-Krylya Sovetov.