Liga, la situazione si scalda: è la vigilia del Clàsico!

Mai come negli ultimi anni El Clàsico, il derby di Spagna, era stato più importante ed atteso. Le due squadre più potenti di Spagna ed Europa si sfidano al Santiago Bernabèu in uno scontro che si preavvisa incandescente.

Da una parte abbiamo il Real Madrid, los blancos, la squadra della raffinata capitale spagnola, Madrid. I ragazzi di Mourinho, in campionato, non vincono il Clàsico da Real Madrid-Barcellona 4-1 della stagione 2007-2008, campionato vinto dai madrileni, anche se l’ultima vittoria assoluta ha consegnato ai blancos la Coppa del Re (1-0 al Mestalla di Valencia il 20 aprile 2011). Il Real Madrid è una delle squadre più titolate del mondo, nonchè la più titolata di Spagna, potendo vantare ben 72 titoli ufficiali vinti, tra cui 31 campionati spagnoli (record), 18 coppe del Re, 8 Supercoppe di Spagna, 9 Champions League / Coppa dei Campioni (record sia di vittorie totali che di vittorie consecutive, avendo vinto consecutivamente le prime 5 edizioni, tra 1955 e 1960)  2 Coppe UEFA, 1 Supercoppa UEFA e 3 Coppe Intercontinentali. L’IFFHS, a seguito di una classifica stilata nel 2009, ha eletto, su base statistica, il Real Madrid squadra del XX secolo (periodo 1901-2000), con ben 97 punti di vantaggio sulla seconda classificata, ovvero la Juventus (563 punti i madrileni, 466 i torinesi). Il Real Madrid, secondo un sondaggio della Deloitte & Touche del febbraio 2011, è la squadra più ricca del mondo, con introiti di 438,6 milioni di euro; inoltre, i galacticos sono la squadra che detiene il record dell’acquisto più costoso nella storia del calcio, ovvero l’acquisto di Cristiano Ronaldo dal Manchester United nel 2009: per l’asso portoghese furono spesi 93 milioni di euro, superando il precedente record (detenuto sempre dai blancos) di 67,2 milioni di euro per il trequartista del Milan Ricardo Kakà. Gioca le sue partite al Santiago Bernabèu di Madrid, intitolato all’omonimo ex giocatore, allenatore e presidente madridista, capace di ospitare 80.354 spettatori.

Dall’altra parte c’è il Barcellona. I blaugrana rappresentano la seconda città, per importanza e numero di abitanti, della nazione spagnola. Il Barcellona ha vinto 5 degli ultimi 6 clàsicos disputati, pareggiando solo l’ultimo, per 1-1 al Bernabèu; tra questi, vale la pena ricordare il 5-0 (in patria, la manita) inflitta ai rivali la stagione scorsa. Inoltre, il Barcellona ha superato (con una vittoria per 2-0 al Bernabeu ed un pareggio per 1-1 al Camp Nou) le ultime semifinali di Champions League battendo proprio il Real Madrid. Il Barcellona ha vinto 69  trofei ufficiali, di cui però la maggior parte negli ultimi 20 anni (non a caso, la prima delle quattro Champions League / Coppe dei Campioni vinte è stata ottenuta nel 1992). Ha vinto 2 delle ultime 3 Champions League disputate ed è al momento considerata la squadra più forte del mondo. Oltre alle suddette 4 Champions’ vinte, nella sua storia ha inoltre conquistato 21 campionati spagnoli, 25 coppe del Re (record), 10 Supercoppe di Spagna (record), 4 Coppe delle Coppe, 4 Supercoppe UEFA ed un Mondiale per Club. E’ inoltre il detentore perenne della Coppa delle Fiere, antesignano non ufficialmente riconosciuto della Coppa UEFA / Europa League. Su base statistica, l’IFFHS l’ha classificata al terzo posto nella classifica della squadra del secolo. E’ una delle squadre più ricche del mondo, ma è per lo più conosciuta come “squadra del popolo”  (non a caso il suo motto è “Mes que un club”, in spagnolo “più di un club”). Gioca le sue partite al Camp Nou, lo stadio più grande d’Europa, con 98.772 posti a sedere.

Il Clàsico si è disputato, in totale, 215 volte (di cui 162 in campionato), 86 volte è stato vinto dal Real Madrid, 84 volte dal Barcellona, e ci sono stati 45 pareggi. I madrileni hanno segnato 361 gol, i catalani 347. Se il Real Madrid domani sera vincesse, andrebbe, con una partita da recuperare, a +6 dal Barcellona (quindi, fino ad un possibile +9), inoltre, così facendo, Mourinho otterrebbe il record di vittorie consecutive del Madrid nella Liga (ha infatti eguagliato il primato di 15 vittorie consecutive della stagione 1960-1961). Se il Barcellona vincesse, le due squadre andrebbero a pari punti, sebbene, come detto, i blaugrana hanno giocato una partita in più; in caso di pareggio, la situazione rimarrebbe pressochè invariata.

Sabato 10 dicembre, alle 22:00, le due squadre scenderanno sul campo del Santiago Bernabeu e si daranno battaglia per quello che sembra essere il primo punto di svolta della stagione. Dunque, non resta che aspettare e vedere.