Dzemaili salva il Napoli a Novara. Radovanovic aveva fatto sognare il Piola

Il cuore oltre l’ostacolo ed il Napoli recupera una gara difficile, per come si era messa, contro un Novara molto attento. Finisce 1 a 1, risultato assolutamente giusto per quello che si è visto in campo.  Hamsik, Lavezzi, Pandev, Cavani tutti assieme appassionatamente nel Napoli. Mazzarri non lesina certo idee ai propri tifosi mentre il Novara è sicuramente più accorto con un solo attaccante Rubino ed alle sue spalle un trequartista come Mazzarani. Subito partenopei all’assalto del fortino piemontese. Cliché della sfida chiaro: Napoli che attacca e Novara sulla difensiva alla ricerca di qualche ripartenza. Manca la precisione nelle due squadre che spesso sbagliano il tocco decisivo verso le due porte. Il primo tentativo, che arriva al 7’, è di Rubino ma la mira è altissima. Stessa sorte per una girata di Mazzarani, questa volta larga rispetto alla porta. Intuizione di Lavezzi per Maggio in area di rigore ma l’ex sampdoriano controlla male  e l’azione sfuma. In porta il diagonale di Gemiti con De Sanctis che devia la sfera coi pugni. Napoli un po’ colto di sorpresa che non riesce a combinare in attacco. Al 14’ non trova la porta Pandev di testa sul cross di Campagnaro. Cinque minuti dopo Rubino fa sponda di testa al centro dell’area senza però trovare un compagno disponibile e la difesa ospite libera. Pandev tonico prova il sinistro in diagonale dal vertice destro dell’area di rigore con la palla che si alza sopra la traversa. Al 25’ Hamsik manda Cavani davanti a Ujkani con uno splendido tocco ma il portiere piemontese esce bene in tuffo respingendo coi pugni la palla. Anche Dossena cerca col taglio verso il portiere il centravanti uruguaiano ma è sempre il numero uno di casa ad aver la meglio. Appena oltre la mezzora giunge il primo cartellino giallo della sfida. E’ per Rigoni per un fallo su Cavani. Al 34’ Dossena crossa, dalla parte opposta arriva Maggio che schiaccia di testa mandando il pallone a fil di palo. Il laterale di Mazzarri cerca anche di sorprendere il Novara con il suo destro ma Ujkani è attento e blocca. Rubino non arriva per un soffio all’appuntamento col gol sul cross dalla trequarti di Gemiti. Al 40’ Dzemaili cerca la porta ma manca il bersaglio grosso alzando la mira. Primo tempo che non offre altre emozioni e si chiude con un più che logico 0 a 0.

Ripresa che inizia con gli stessi ventidue in campo. Prima azione e subito un giallo per Dellafiore per gioco scorretto sul lanciatissimo Lavezzi. Occasione Novara con Geniti che crossa e Rubino che interviene positivamente sul pallone in anticipo sui difensori mancando però la porta non di troppo. Lavezzi ispirato lancia Cavani vero l’area di rigore piemontese ma il centravanti non aggancia la sfera. Sul fronte opposto Rigoni crossa ma la difesa ospite libera bene. Esce quindi Ludi, che nel primo tempo aveva subito un colpo ed entra Labrin. Napoli che attacca ma che non trova spazi in avanti. Al 14’ Radovanovic cerca e trova Mazzarani che calcia bene alzando di poco la mira. Tre minuti dopo Lavezzi e Cavani vanno via in coppia ma non penetrano nella munita difesa avversaria. Qualche istante dopo Rubino, indemoniato, lascia sul posto Aronica e calcia col sinistro, palla di poco fuori. Novara assolutamente in partita che cerca pure di pungere. Mazzarri sostituisce uno spento Cavani con Mascara. Al 25’ accade l’incredibile: Radovanovic buca De Sanctis con un destro violento su punizione portando in vantaggio i piemontesi. Esplode il Silvio Piola. Sulla rete la barriera napoletana colpevole in quanto si è aperta ma anche il portiere in ritardo sulla conclusione. Comunque Napoli che deve inseguire. Lavezzi non ci sta e si procura una punizione dal limite. Calcia Dzemaili ma la palla sbatte contro la barriera. Alla mezzora entra Zuniga ed esce Aronica, partenopei che tentano il tutto per tutto. Al 35’ Lavezzi calcia centralmente, Ujkani blocca agevolmente. Tesser quindi toglie l’autore del gol Radovanovic per inserire Porcari mentre Mazzarri fa entrare Inler per Dossena. Ed al 39’ il Silvio Piola viene gelato da Dzemaili che è bravo a farsi trovare pronto sul cross di Lavezzi lisciato in un primo tempo da Hamsik calciando bene alle spalle del numero uno albanese. E’ l’1 a 1. Il Napoli è trasformato ed ora cerca il successo. Ci provano ancora Dzemaili (palla fuori), Lavezzi (Ujkani para) e Maggio (palla sull’esterno della rete). Novara un po’ ora in affanno. Tre i minuti di recupero decretati dall’arbitro. Zuniga anticipa Rubino che stava per involarsi verso De Sanctis. Partenopei tutti avanti. Contatto Ujkani-Pandev proprio allo scadere ma l’arbitro non interviene e fischia la fine della sfida.