Inter avanti senza sudare: finisce 2 a 1 contro il Genoa. A segno Maicon e Poli

Un gol per tempo (il Genoa segna l’inutile gol della bandiera al 91esimo) e l’Inter si appresta ad affrontare il Napoli nei quarti di finale di Tim Cup. Tutto semplice per la squadra di Ranieri contro un Genoa che ha tenuto maggiormente la palla ma che ha tirato in porta davvero con il contagocce. Importante la prestazione di Sneijder, giocatore sicuramente ritrovato ed importante nell’economia nerazzurra. Squadre ampiamente rimaneggiate. L’Inter presenta appunto dal primo minuto Sneijder con Castaignos punta con Faraoni e Obi sulle rispettive fasce di competenza. In difesa, al centro, giocherà la nuova  coppia Ranocchia-Cordoba. Ben 8 le assenze genoane. In porta gioca Lupatelli giocano Jorquera e soprattutto Kucka per cui lo stadio di San Siro potrebbe diventare la sua casa dalla prossima settimana. In attacco coppia sud americana formata da Ze Eduardo e Pratto. In difesa esordio per Sampirisi giovane della Primavera. La prima conclusione è dell’olandese Sneijder con sfera che finisce a fondo campo. L’Inter insiste ed al 9’ passa in vantaggio con Maicon che batte Lupatelli con un gran tiro do esterno destro che va a centrare il ‘sette’ della porta genoana. Davvero un gran bel gol. Nerazzurri che possono giocare sul velluto. Il Genoa con Birsa prova a mandare un pallone a centro area ma la difesa di casa libera senza problemi. Ospiti che prendo in mano la gara con l’Inter che ha arretrato il raggio d’azione. Ze Eduardo ha la palla buona per lanciare Rossi ma sbaglia l’appoggio. Granqvist prima e Moretti dopo frenano due belle iniziative dei padroni di casa mentre al 24’ si blocca Marco Rossi per un problema muscolare. Constant ci mette quattro minuti per entrare a causa di un cambio di calzettoni. Nel frattempo Castaignos se ne va in contropiede e cede a Faraoni che però manca il pallone. Alla mezzora evitato il 2 a 0 da Lupatelli che si contrappone positivamente ad un tiro di Sneijder servito da Obi. Ospiti che non riescono a pungere, sia Pratto che Ze Eduardo sono sempre bloccati ottimamente dagli avversari. Molto positivo l’olandese Sneijder che cerca la porta da tutte le posizione. Questa volta, centralmente, alza troppo la mira. Al 38’ bella azione di Birsa che fa tunnel a Poli e serve in area Pratto anticipato da Ranocchia. Quindi ci prova Constant dalla distanza, palla sopra la traversa. Il Genoa tiene maggiormente palla rispetto all’Inter ma non conclude verso la porta di Castellazzi che, sinora, è rimasto inoperoso. Così il primo tempo si chiude con la squadra di casa avanti grazie a Maicon.

Ripresa che riprende senza sostituzioni. Genoa, peraltro, che ne ha già operata una nella prima frazione di gara. Ospiti che cercano subito la porta con un cross di Birsa sul quale Pratto non riesce a deviare positivamente la sfera. Al 5’ la squadra di casa raddoppia con Poli che sfrutta un bel cross di Maicon ed uno scambio con Obi per battere Lupatelli con una conclusione precisa. Partita in cassaforte per l’Inter. Due minuti dopo errore di Castaignos che libera Pratto che però si allarga troppo, tira ma Castellazzi blocca a terra. Entra il giovane Marchiori nel Genoa al posto di un acciaccato Constant. Lupatelli bravo prima ad uscire su Castaignos e quindi sull’errore proprio del nuovo entrato. Bel numero di Sneijder sulla fascia sinistra tra due avversari ma cross troppo lungo. Il Genoa tiene palla ma non punge. Al 17’ Jorquera manca di parecchio la porta. Quindi Ranieri manda dentro Zarate al posto di Castaignos. Il nuovo entrato interista prova il diagonale da fuori area ma Lupatelli si tuffa e blocca la palla. Arriva il momento di Beppe Sculli al secondo esordio con la maglia del Genoa al posto di uno spento Ze Eduardo. Al 25’ perde palla Cambiasso per Jorquera che tira e Castellazzi devia a terra. Escono prima Poli ed al suo posto entra Nagatomo e poi va fuori Sneijder ed entra Alvarez. Partita che scivola via sino al 91esimo quando segna Birsa dopo un colpo di tacco di Sculli per la testa di Pratto che colpisce la traversa. Sulla palla interviene lo sloveno che insacca. Finisce 2 a 1 con l’Inter che affronterà il Napoli nei quarti di finale.