La Juventus vola a +6 sull’Udinese: Matri la trascina verso lo scudetto

La Juventus elimina una ipotetica squadra nella lotta per lo scudetto battendola 2 a 1. L’Udinese comunque non ha sfigurato ma, anzi, ha saputo a sua volta mettere in difficoltà l’avversaria. Merito del successo ad Alessandro Matri, autore della doppietta decisiva. Nevica su Torino e nevica su Juventus ed Udinese. Il rullo che avrebbe dovuto togliere il telone dal campo si rompe ed una parte di questo viene piazzato a bordo campo. Locali con Matri e Quagliarella in attacco mentre sulla mediana c’è Giaccherini. Friulani con Isla in campo ed Abdi a supporto dell’unica punta Di Natale. Inizia forte l’Udinese che aggredisce subito la squadra avversaria. Ma la prima vera opportunità è per la Juventus con Quagliarella che lancia nello spazio Estigarribia. Il centrocampista tira dinanzi ad Handanovic che però col corpo gli si oppone perfettamente.  Chiellini si salva su Di Natale sul cross lungo di Armero. Il difensore della Juventus si fa vedere poco dopo anche in attacco con un colpo di testa deviato con un pugno da Handanovic, poi si è accesa una grande mischia nell’area piccola risolta da un fischio arbitrale. Al quarto d’ora Abdi calcia in diagonale trovando Buffon alla deviazione sopra la traversa. Un attimo dopo Armero da fuori area calcia a botta sicura ma il portierone piemontese gli nega il gol con un tuffo alla sua destra. Al 18’ arriva il primo cartellino giallo. E’ per Fernandes per gioco falloso. Gara che resta con un ritmo molto alto nonostante la neve che scende copiosa dal cielo. Un po’ fuori dal gioco Di Natale ben controllato dalla difesa di casa. Handanovic è l’uomo in più dei friulani e si immola al 23’ per frenare un Matri lanciato in profondità da Pirlo. Un cartellino giallo arriva pure per uno juventino: Vidal, per gioco scorretto. Estigarribia si libera bene in area di rigore ma, con il destro, in girata, calcia alle stelle. Stessa situazione per un calcio di Quagliarella che non inquadra la porta. L’attaccante di casa al 34’ crea una bella occasione a favore di Lichtsteiner che però arriva in ritardo sulla palla e la difesa di Guidolin libera. Giallo per Giaccherini per gioco scorretto. Due interventi positivi di Handanovic. Prima per deviare con i pugni un cross di Quagliarella e quindi su di un traversone di Giaccherini. L’Udinese replica con un lancio di Di Natale per Abdi che viene però anticipato. Al 42’ la partita si sblocca per merito di Matri abile a riprendere una ribattuta di Handanovic sulla conclusione di Quagliarella mettendo dentro la palla con un tap-in. Juventus sull’1 a 0. Risultato con il quale si chiude la prima frazione di gioco.

Ripresa che riparte con l’ingresso di Floro Flores al posto di Abdi. Juventus subito all’attacco con un cross di Lichtsteiner che cerca Matri ma trova la parata di Handanovic. Udinese velocemente in avanti sulla controffensiva ma Armero spreca tutto non stoppando la palla così l’azione sfuma. Isla quindi cerca in corridoio Di Natale verso la porta di Buffon ma Barzagli capisce tutto liberando l’area di rigore. Viene quindi ammonito Ferronetti per gioco scorretto. Pirlo ci prova su punizione ma la barriera gli devia la sfera. Dall’angolo la palla finisce a Vidal che calcia da fuori area ma la mira è sbagliata. La risposta degli ospiti è affidata ad un destro di Di Natale con palla di un soffio a fondo campo. Il pareggio dell’Udinese arriva al 10’ con Floro Flores che batte Buffon con un destro preciso dopo il servizio di Isla: 1 a 1. E’ il momento buono per gli ospiti che ci riprovano con Di Natale che manda in area un pallone sul quale interviene positivamente Chiellini spazzando. Prova a riportarsi avanti la Juventus con un tiro cross di Estigarribia con sfera che finisce direttamente tra le braccia di Handanovic. Ripartenza ospite con Floro Flores che lancia Totò Di Natale che tira però, da buona posizione, a fondo campo. Tanti gli spazi per i friulani, la Juventus attacca ma rischia molto dietro. Conte allora ricorre a Marchisio per tamponare a centrocampo togliendo Quagliarella. Quando al Juventus appariva un po’ in crisi, riusciva però ad estrarre dal cilindro il nuovo vantaggio. E’ il 17’. Marchisio confeziona l’assist per Matri che si gira in area e fa secco Handanovic: 2 a 1 Juventus. Conte toglie a questo punto uno stanchissimo Estigarribia inserendo Pepe. Pirlo cerca la rete da fuori area ma non trova la porta. Pericolosi gli ospiti con un cross di Domizzi sul quale Pepe interviene male nel liberare e, per fortuna sua, un suo compagno libera l’area di rigore. Guidolin manda dentro il giovane Battocchio per il difensore Domizzi. Barzagli salva sul cross di Basta che stava arrivando a Di Natale. Resta alto il livello della sfida. Due squadre davvero brave che regalano spettacolo. E’ l’Udinese adesso a fare la gara, Juventus che appare un po’ stanca. Intanto la nevicata prosegue imperterrita a scendere sullo Juventus Stadium. Al 38’ cambio juventino con De Ceglie che entra e Lichtsteiner, leggermente claudicante, che esce. Partita che inizia a rallentare il ritmo: le due squadre sono molto stanche ed il campo sta diventando sempre più pesante. Cambio Udinese: dentro Pereyra e fuori Isla. Vidal dal limite con il destro manda la palla fuori. Viene quindi ammonito Armero per gioco scorretto. Tre i minuti di recupero nei quali viene ammonito Di Natale per proteste con la Juventus che chiude in attacco portandosi a casa i tre punti che la mantengono in vetta alla classifica.