Incredibile ko del Pescara all’Adriatico: Bonazzoli e Ragusa trascinano la Reggina, è due a zero

Recupero della 26^ giornata: Zemanlandia cade sotto i colpi della Reggina. I calabresi espugnano l’Adriatico di Pescara per due reti a zero. Passano venti minuti e Bonazzoli su punizione impegna Anania. Ma è il preludio al gol, che l’attaccante sigla puntualmente al 24′: stacco di Freddi sulla traversa e ribattuta vincente del capitano amaranto. La reazione dei delfini passa per i piedi del folletto Insigne il cui destro insidioso è mandato in angolo da un attento Zandrini. Cinque minuti di secondo tempo e Immobile si divora l’uno a uno dopo aver superato il portiere ospite. Erroraccio davanti ad Anania anche di Ragusa, fuori. Ma lo stesso attaccante scuola Genoa si rifarà al 68′: contropiede micidiale che mette il giocatore ancora di fronte all’estremo difensore biancazzurro, questa volta dribblato abilmente. Naturale risposta da parte dell’orgoglio ferito dei padroni di casa con Insigne e Koné, ma Zandrini è in serata e mantiene inviolata la sua porta. Il Pescara fallisce la prima delle due partite da recuperare.