Playout di Serie B, vittoria in rimonta che salva l’Empoli, Vicenza in Lega Pro

Nel pirotecnico tre a due del Castellani di Empoli sono i padroni di casa a spuntarla vincendo il playout contro il Vicenza, che saluta la categoria, in virtù dello zero a zero dell’andata. Nell’ultima mezz’ora di gioco accade di tutto, dopo che le due squadre avevano combattuto con la paura negli occhi. Tra il 60′ ed il 65′ Paolucci sigla una doppietta che sa di salvezza per il Vicenza. Il sapore diviene amaro dopo l’uno-due di risposto dei toscani, avvenuto intorno al 70′: Mchedlidze col tapin accorcia le distanze, poi il rigore di Tavano le annulla nuovamente. All’80’ Bariti si divora il vantaggio. A pochi minuti dal recupero rigore per i biancorossi, per evidente trattenuta di Signorelli su Paolucci: parte l’attaccante ma Dossena gli chiude la porta! Occasionissima per diventare l’uomo della storia con una tripletta. I veneti le hanno provate tutte e soccombono al 92′ con il contropiede vincente concluso da Maccarone. Il Vicenza retrocede in Lega Pro dopo undici stagioni sempre e comunque nella metà classifica della cadetteria (tranne nell’anno 2004-05, quando perse ai playoff con la Triestina per poi venir reintegrato a causa della radiazioni di Perugia e Salernitana e della condanna del Genoa); stagione conclusa in maniera rocambolesca per l’Empoli che può ripartire con la serenità di non aver perso la faccia.