Gomez fa volare la Germania: Van Persie non basta, Olanda a rischio eliminazione

Un’Olanda irriconoscibile si inchina a una superba Germania. Dopo la sconfitta contro la Danimarca, gli uomini di Bert van Marwijk cedono anche a Mario Gomez, ancora una volta decisivo, ora capocannoniere del torneo insieme a Dzagoev, . Troppo poco incisiva l’Olanda: praticamente nulla nella prima frazione di gioco, la reazione si è vista solo nei secondi 45 minuti. Insufficiente per una nazionale che punta alla vittoria finale dell’Europeo.
E’ stato proprio l’attaccante del Bayern Monaco dopo 24 minuti ad aprire le marcature: un vivacissimo Schweinsteiger smarca Gomez davanti a Stekelenburg. Troppo facile per l’attaccante tedesco piazzarla in rete, 1-0. 14 minuti ed arriva il raddoppio: Gomez, lanciato in profondità da Schweinsteiger, penetra in area dalla destra e insacca con uno splendido tiro. Il primo tempo termine col risultato di 2 a 0 per la Germania, Olanda quasi non pervenuta: le giocate orange arrivano solo dai singoli.

Una timida reazione degli uomini di Bert van Marwijk si vede nella seconda frazione di gara, anche se l’Olanda riesce ad accorciare le distanze solo dopo 73 minuti: ad andare in gol è Robin Van Persie, obiettivo della Juventus: l’attaccante dell’Arsenal si accentra e con un solo colpo sorprende Hummels e Neuer, Olanda 1-2 Germania.
E’ così che finirà la partita a Charkiv, con i tedeschi quasi qualificati al turno successivo e Olanda con un piede fuori dagli Europei. Ma tutto si deciderà nell’ultima giornata.

CLASSIFICA GIRONE B

  1. Germania       6pt
  2. Danimarca     3pt
  3. Portogallo     3pt
  4. Olanda            0pt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *